/ Attualità

Attualità | 17 settembre 2019, 17:28

Cuneo: le tante panchine di legno sporche, screpolate, rotte e anche piegate in diversi punti della città (FOTO)

E’ vero che lungo il viale degli Angeli il Comune ha in programma un intervento sostanzioso di riqualificazione sostituendole con altre nuove, ma quelle presenti negli altri viali e parchi urbani? Forse rimetterle a posto contribuirebbe a rendere più decorosa l’immagine del capoluogo

Panchina rotta in corso IV Novembre e panchina piegata in corso Monviso

Panchina rotta in corso IV Novembre e panchina piegata in corso Monviso

Lungo i viali e nei parchi pubblici della città di Cuneo ci sono molte panchine sistemate dal Comune durante i decenni. Oggetti di arredo urbano che, spesso,  all’ombra e in tranquillità, vengono utilizzate dalle persone per riposarsi dopo una passeggiata o per chiacchierare tra amici.

Abbiamo percorso le principali strade alberate da corso Kennedy a corso Monviso da un lato e da corso Giovanni XXIII al viale degli Angeli-Parco della Resistenza dall’altra parte. Abbiamo trovato tante panchine in stato di degrado più o meno evidente: sporche; screpolate in diversi punti se non proprio rotte e alcune anche piegate.

Oltre al fatto che diventa difficile sedersi, non rappresentano una bella immagine per il decoro estetico del capoluogo della “Granda”. Certo, per la quasi totalità sono costruite con tavole in legno e questo, essendo installate all’aperto e in balia delle più diverse condizioni meteorologiche, non aiuta nella loro conservazione in buone condizioni di “salute”.

Però se, ogni tanto, il Comune provvedesse a una radicale manutenzione sostituendo le assi rotte e verniciando le intere strutture non guasterebbe. Anzi.

E’ vero che, a partire dal 2020, l’Amministrazione municipale ha in progetto un intervento sostanzioso di riqualificazione del viale degli Angeli con la sistemazione anche di nuove 150 panchine. Quindi, per quella zona prestigiosa della città il problema dovrebbe essere risolto.

Ma negli altri spazi?           

Sergio Peirone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium