/ Attualità

Attualità | 18 settembre 2019, 17:03

Alstom Savigliano, carichi di lavoro e necessità di stabilizzazione dei contratti al centro dell'incontro con i sindacati

Riceviamo e pubblichiamo

Alstom Savigliano, carichi di lavoro e necessità di stabilizzazione dei contratti al centro dell'incontro con i sindacati

Lunedì 16 settembre, presso la sede della Confindustria di Cuneo le segreterie provinciali di Fim Fiom Uilm fismic e Anqui, unitamente alla RSU, hanno incontrato la direzione aziendale.

L’incontro richiesto dal sindacato, aveva lo scopo di dibattere sulla situazione produttiva ed occupazionale dello stabilimento di Savigliano. Da parte sindacale sono stati richiesti chiarimenti sul come l’azienda intenda affrontare le problematiche riguardanti la commessa Pop e sui ritardi connessi al piano di consegna del 2019.

Su questo tema l'azienda ha dichiarato di aver messo in atto e intende rafforzare piani di recupero capaci di riportare nei mesi a venire la situazione nelle condizioni migliori rispetto al piano iniziale di consegna a Trenitalia.

Coinvolgerà le aziende che forniscono materiali ad Alstom e conseguentemente attraverso il lavoro straordinario e la flessibilità nella fabbrica saviglianese.
Il sindacato ha sottolineato l'importanza che riveste la commessa Pop per lo stabilimento, per l'immediato e per il futuro, nonché per il premio di risultato, ed ha sollecitato inoltre la direzione a ricercare soluzioni attraverso un positivo e condiviso coinvolgimento dei lavoratori.

Sulla questione occupazionale, il sindacato, ha definito abnorme il numero dei lavoratori temporanei (oggi 401) che evidenzia in modo palese l’insufficiente numero dei lavoratori strutturali, ed ha richiesto pertanto un piano di assunzione che riconduca ad un livello comprensibile il rapporto tra i tempi determinati e indeterminati, partendo dai contratti in scadenza a fine mese. La direzione ha dichiarato la propria disponibilità ad un confronto, che oltre i 20 ingegneri i di cui prevede l'assunzione nei prossimi mesi, possa incrementare l'assunzione anche tra la manodopera diretta.

Le segreterie provinciali e le rsu di Fim, Fiom, Uilm, Fismic e Anqui

***NOTA A MARGINE***

A proposito dell'articolo pubblicato sul nostro giornale lunedì 16 settembre (che potete trovare qui: http://www.targatocn.it/2019/09/16/leggi-notizia/argomenti/economia-7/articolo/la-produzione-dei-pop-allalstom-savigliano-procede-a-rilento-a-causa-di-due-fornitori-esterni.html) riguardo al numero dei convogli realizzati precisiamo che i dati riportati non corrispondono all'attuale carico di lavoro. I numeri di produzione comunicati alla redazione non tengono conto dell'ultimo aggiornamento. Al momento non è dato sapere a quanto ammonta il ritardo.

Ad ogni modo, torniamo a ribadire - come abbiamo fatto nell'articolo dal titolo La produzione dei "Pop" all'Alstom Savigliano procede a rilento a causa di due fornitori esterni - come i ritardi di produzione non siano imputabili ad Alstom e allo stabilimento di via Ottavio Moreno.

Ancora a margine aggiungiamo - rispetto a quanto pubblicato nell'articolo precedente - la dichiarazione del segretario Fiom provinciale Domenico Calabrese. Per correttezza qualora i delegati o le segreterie di Fismic e Anqui volessero aggiungere un commento rispetto a quanto dichiarato nel comunicato unitario chiediamo loro di inviarlo in forma scritta a direttore@targatocn.it. Lo inseriremo in coda a questo articolo.

"La Fiom non intende fare deroghe alla legge -
dichiara Calabrese - chiediamo la stabilizzazione dei lavoratori partendo da quelli che sono in scandenza. Sul Pdr restano le preoccupazioni della nostra sigla per le ricadute negative sull'ammontare del premio di risultato del prossimo anno. Chiediamo, anche in coerenza con il contratto integrativo, che si ponga l'attenzione su questi fattori e che si continui con gli incontri tra le parti laddove dovessero esserci dei problemi in tal senso."

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium