/ Viabilità

Viabilità | 18 settembre 2019, 13:45

Rivoluzione del traffico in centro a Paesana: l’ingresso delle scuole si sposta su via Belloni per ragioni di sicurezza

La strada, nel tratto tra l’incrocio con via Roma e il cancello del cortile scolastico, chiude al traffico una ventina di minuti per 3 volte al giorno (5 al giovedì). Nuove fermate per autobus e scuolabus lungo via Roma. Cambia la segnaletica orizzontale. Ma ci sono nodi ancora da sciogliere: il passaggio di alcuni residenti dei Belloni e la sosta selvaggia

La Polizia locale chiude via Belloni per l'uscita degli alunni

La Polizia locale chiude via Belloni per l'uscita degli alunni

È partita lunedì (16 settembre) la rivoluzione del traffico in centro a Paesana, nei pressi dello stabile che ospita le scuole elementari e medie di via Roma.

Con l’avvio del nuovo anno scolastico, l’Amministrazione comunale del sindaco Emanuele Vaudano ha trovato una soluzione per la questione legata a ingresso e uscita degli alunni. Il tema era stato oggetto, durante lo scorso anno scolastico, di non poche polemiche, legate al passaggio dei Tir diretti allo stabilimento delle Fonti Alta Valle Po e alla sicurezza dei bambini.

Il Comune era corso ai “ripari”, con un’ordinanza di divieto di transito per i mezzi pesanti, nelle fasce orarie concomitanti all’entrata e uscita degli alunni. Un provvedimento non troppo rispettato dagli autisti dei camion, ragion per cui il Comune aveva deciso di aumentare la presenza degli agenti della Polizia locale in servizio durante entrate ed uscite scolastiche, con un “civich” presente al piazzale degli impianti sportivi a fermare i Tir in transito.

L’inosservanza del divieto, in alcuni casi, era anche sfociata in veri e propri alterchi, tra alcuni genitori in attesa dell’uscita dei figli e gli autisti dei mezzi pesanti, con urla e insulti. Non solo, perché al passaggio dei camion c’è anche stato chi ha inveito contro gli agenti della Polizia locale, intimando loro di provvedere alla contravvenzione: aggressioni verbali che, va detto, soltanto grazie al buon senso applicato dai Vigili non si sono tradotte in denunce per oltraggio a Pubblico ufficiale.

LA RIVOLUZIONE DEL TRAFFICO

Da lunedì, invece, tutto è cambiato.

L’Amministrazione ha optato per una delle soluzioni che a più riprese avevamo anche prospettato: l’ingresso e l’uscita degli alunni sono state spostate sul retro dell’edificio. L’accesso per gli studenti avviene quindi dal cortile che si affaccia su Via Belloni.

Per consentire la tutela dell’incolumità pubblica, “assicurando il transito pedonale in sicurezza degli alunni”, Davide Domenico Barra, vicecommissario della Polizia locale dell’Unione del Monviso, ha emanato l’ordinanza che vieta il transito a tutti i veicoli proprio lungo via Belloni, nel tratto compreso tra l’incrocio con via Roma e il cancello di ingresso al plesso scolastico.

Quando? Durante i giorni di apertura delle scuole, ovviamente, in diverse fasce orarie. In occasione dell’entrata delle 7.50, la strada rimarrà chiusa dalle 7.40 alle 8.05. Per l’uscita delle elementari (ore 12.50), la chiusura sarà in vigore dalle 12.45 alle 13.00. Per l’uscita delle medie (ore 13.50), invece, strada chiusa dalle 13.45 alle 14.

Per il rientro pomeridiano del giovedì, via Belloni sarà bloccata al traffico dalle 14.30 alle 14.45 e dalle 16.35 alle 16.50.

NUOVA FERMATA PER BUS E SCUOLABUS

Spostata anche la fermata degli scuolabus. Sino allo scorso anno scolastico, i pullmini del Comune adibiti al trasporto degli alunni sostavano nel cortile sul retro del plesso, oggi adibito ad entrata e uscita degli alunni.

L’utilizzo promiscuo del cortile su via Belloni da parte di pedoni e scuolabus avrebbe fatto venir meno le condizioni di sicurezza per gli studenti. Il Comune, quindi, ha deciso di spostare la fermata scuolabus proprio su via Roma. I pullmini sostano da lunedì di fronte all’ingresso principale delle scuole, da dove escono bambini e ragazzi che usufruiscono del servizio, raggiungendo i mezzi in sicurezza, grazie al marciapiede che costeggia la strada.

Proprio stamane (mercoledì) una ditta incaricata sta disegnando la nuova segnaletica orizzontale. Su entrambi i lati di via Roma, in corrispondenza del cancello di accesso alle scuole e del condominio al civico 38, sono stati realizzati due stalli per la fermata.

Gli spazi non sono destinati solo agli scuolabus, ma anche agli autobus del Trasporto pubblico locale, che ora potranno fermarsi in spazi riservati, senza dover effettuare la fermata in centro strada, come accaduto sinora.

LA NUOVA SEGNALETICA PER I PEDONI

Al tempo stesso è cambiata la segnaletica orizzontale anche per ciò che concerne il passaggio dei pedoni.

Sono state eliminate le strisce pedonali all’incrocio tra via Roma e via Belloni, spostate di qualche metro a monte, in direzione di via Barge. Al tempo stesso, a terra è stato disegnato un percorso pedonale, che dall’accesso delle scuole costeggia via Belloni, per poi arrivare all’attraversamento su via Roma e, infine, collegarsi al marciapiede esistente.

LE ASFALTATURE

Prima di trasferire l’ingresso degli alunni sul retro dell’edificio scolastico, il Comune ha disposto la riasfaltatura sia di tutto il cortile interno delle scuole, sia del tratto di via Belloni compreso tra il cancello del plesso e l’incrocio con via Roma. Le opere sono state coperte con parte dei 50mila euro destinati al Comune dal “Decreto crescita”.

I NODI ANCORA DA SCIOGLIERE

Rimangono da sciogliere ancora due nodi legati alla rivoluzione del traffico su via Belloni. Il primo riguarda il passaggio di alcuni residenti proprio dei Belloni, che hanno concomitanze orarie (lavorative) proprio con la chiusura della strada.

Il sindaco Vaudano ci ha garantito che prima di procedere con l’ordinanza di chiusura di via Belloni sono state interpellate le realtà dell’area artigianale. E' emerso che la chiusura della strada non crea problemi a ditte e stabilimenti.

Resta da valutare invece l’aspetto di alcuni residenti. È pur vero che l’accesso alla borgata Belloni è possibile dalla località “Prata”, a valle del cimitero di Santa Maria, ma le condizioni della strada comunale sono davvero critiche, e ne rendono difficile la percorribilità.

Secondo nodo da sciogliere: la sosta selvaggia. Un problema già noto sin da quando l’ingresso delle scuole si affacciava su via Roma. Specialmente all’uscita degli alunni, la “comodità” porta a parcheggiare le auto un po’ ovunque, anche su stalli riservati a disabili e di fronte a passi carrabili. Né più né meno di quanto accadeva quando si usciva da scuola su via Roma, quando le auto si parcheggiavano anche lungo la rampa (privata) di accesso allo stabilimento dell’Acqua Eva, ostacolando anche il passaggio dei Tir.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium