/ Agricoltura

Agricoltura | 19 settembre 2019, 16:32

Carburanti agricoli: Confagricoltura chiede di rivedere il sistema delle assegnazioni

Molte operazioni meccaniche hanno la necessità di essere rieseguite sulla stessa coltura per un numero di volte superiore a quello attualmente ammissibile

Foto generica - Pixabay

Foto generica - Pixabay

Confagricoltura Piemonte ha chiesto alla Regione di rivedere le regole per l’assegnazione dei carburanti agricoli, in quanto i quantitativi attualmente accordati alle aziende per le diverse tipologie di operazioni e per numero di lavorazioni previste su determinate colture non sono allineati alle esigenze dettate da una pratica agronomica in continua evoluzione.

Molte operazioni meccaniche – sottolineano i tecnici di Confagricoltura - hanno la necessità di essere rieseguite sulla stessa coltura per un numero di volte superiore a quello attualmente ammissibile: è il caso, per esempio, del vigneto condotto con criteri di difesa integrata o con il metodo biologico, che richiede più passaggi rispetto alle tecniche agronomiche tradizionali per quanto riguarda la gestione del cotico erboso e dei germogli, dell’erpicatura e del diserbo meccanico sul filare, o della spollonatura.

Confagricoltura chiede di individuare nuove soluzioni, improntate anche a una concreta semplificazione delle procedure che, non di rado, dimostrano di essere piuttosto complesse.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium