/ Eventi

Eventi | 19 settembre 2019, 14:01

Saluzzo, una tavolozza di Jazz chiude "Sinfonie d’Autunno"

Domani sera, venerdì 20 settembre il Riccardo Galardini Jazz nel concerto “L’isola colorata”. Posti limitati, obbligatoria la prenotazione. La rassegna è organizzata dall’associazione Collegium Artium con Credem Private Banking Saluzzo

Il Riccardo Galardini Trio con Riccardo Galardini, Giacomo Rossi, Paolo Corsi

Il Riccardo Galardini Trio con Riccardo Galardini, Giacomo Rossi, Paolo Corsi

Un affascinante tuffo nel jazz, in un' “isola colorata” promette il titolo della serata, è il concerto che chiude domani, venerdì 20 settembre alle 21, ala Croce Nera (piazzetta San Nicola)la rassegna "Sinfonie d’Autunno", firmata dall’associazione Collegium Artium con Credem Private Banking  Saluzzo che sostiene economicamente l’iniziativa per il secondo anno.

Come per i due precedenti, l’evento è ad ingresso libero, ma è obbligatoria la prenotazione ai numeri 360 1048453 / 337 1196873.

A prendere  la scena venerdì sera, sarà il  Riccardo Galardini Trio, un trio da cui aspettarsi un ricco e affascinante programma che passa dalla classica ballad al rock-jazz di stampo fusion ’80 alla PatMetheny, qualche profumo di bossanova declinata jazzisticamente sugli stilemi di Wes Montgomery.

Una musica fortemente connotata dall’aspetto tematico/melodico che strizza l’occhio al jazz ma non solo.

Suonano per il pubblico della Croce Nera: Riccardo Galardini  chitarra, Giacomo Rossi contrabbasso, Paolo Corsi batteria.

Galardini, musicista, chitarrista, compositore, arrangiatore, direttore, Insegnante, è un veterano della musica e del jazz italiano, classe 1956, pratese ha  una lunghissima carriera alle spalle, molte colonne sonore per i film di Francesco Nuti (13) ed altri registi, direttore di orchestra per 20 volte al festival di Sanremo, più di 100 cd incisi e pubblicati come sideman con artisti jazz italiani ed internazionali, ma anche grossi nomi del pop italiano (Fossati, Zarrillo, Morandi, Pausini, Raf...).

Artista versatile, sensibile e creativo, svolge attività didattica come docente di chitarra jazz -pop e rock-  presso il Conservatorio  di Cuneo. Da segnalare  la partecipazione come strumentista al film premio Oscar 1991 “Mediterraneo” ed il Premio Nastro d’Argento ’86 per il film “Stregati”. 

Paolo Corsi: dopo varie esperienze nel campo della musica rock e leggera, nel 1985, durante un seminario con Elvin Jones, scopre la sua vera vocazione per il linguaggio jazzistico e l’improvvisazione. Come batterista e percussionista si laurea presso il Conservatorio di Rovigo in Discipline Jazz con 110 e lode. Ha partecipato a molte formazioni in cui ha suonato con vari artisti italiani. E’ docente di Prassi Esecutive, Musica d’Insieme e Ritmica della musica contemporanea presso la Siena Jazz University.  Viene coinvolto anche in progetti di musiche etniche e contemporanee in ambito classico e teatrale. Ha tenuto concerti  in Italia  in vari paesi del mondo  e compare in oltre sessanta produzioni discografiche.

Giacomo Rossi contrabbassista, compositore nasce a Siena nel 1978. Attivo sulla scena jazz toscana e nazionale, si diploma in contrabbasso presso l’Istituto AFAM “R. Franci” di Siena. Laureato in Musicologia presso l'Università di Pavia, ha approfondito i suoi studi musicali perfezionandosi durante numerosi “Seminari Estivi-International Workshop” di Siena Jazz. Ha lavorato per istituzioni musicali italiane ed estere, come critico musicale per la rivista "Jazz It" ed è stato direttore editoriale di "Sidma News". Parallelamente all'attività concertistica svolge attività didattica presso la Fondazione Siena Jazz - Accademia Nazionale del Jazz - ed il Liceo Musicale di Siena.

 

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium