/ Fossanese

Fossanese | 19 settembre 2019, 19:22

Fossano: la Giunta Tallone racconta i “primi 100 giorni” (video e gallery)

Frazioni, lavori pubblici e sicurezza i temi più sentiti. Chiarimenti su biblioteca e via Roma

Fossano: la Giunta Tallone racconta i “primi 100 giorni” (video e gallery)

Si è svolta questa mattina, giovedì 19 settembre la conferenza stampa indetta dal sindaco di Fossano Dario Tallone per raccontare i primi cento giorni di mandato. Accanto a lui la Giunta quasi al completo. Fatta eccezione per l’assessore al Bilancio e ai Lavori Pubblici Angelo Lamberti, c’erano il vicensindaco Giacomo Pellegrino, l’assessore all’Urbanistica David Paesante, l’assessore allo Sport e Manifestazioni Donatella Rattalino e l’assessore alle Politiche sociali Ivana Tolardo.

100 giorni partiti dalla riorganizzazione degli uffici e dalla valutazione di quali progetti della precedente amministrazione fossero da mantenere e quali da abbandonare e contraddistinti dal via ai cantieri di una serie di progetti già a bilancio e da una serie di interventi urgenti, specialmente in materia di manutenzione stradale.

Particolare attenzione è stata portata dal sindaco Tallone ai tre temi maggiormente dibattuti: la tangenziale, la biblioteca e il rifacimento di via Roma.

Per quanto riguarda la tangenziale siamo riusciti a far riaprire lo svincolo di via Marene, inaugurato durante l’estate e abbiamo presentato richiesta ad Anas per due interventi che riteniamo di fondamentale importanza: l’apertura al traffico pesante almeno del tratto che non ha viadotti e la richiesta di interventi di manutenzione straordinaria ad alcune strade cittadine che hanno subito danni dall’aumento di traffico causato dalla mancanza della tangenziale” ha detto il sindaco Tallone. Complessivamente sono stati richiesti ad Anas interventi per 500mila Euro che si andrebbero a sommare ai 300mila Euro di lavori già eseguiti. Sul fronte della manutenzione stradale: “Abbiamo iniziato a rifare la segnaletica orizzontale in diverse zone della città. Non riusciamo a spiegarci perché non sia stata fatta in questi anni dal momento che il personale che traccia le strisce è comunale e bastava acquistare delle latte di vernice” ha aggiunto Tallone. Un intervento maturato interamente durante i 100 giorni di mandato è quello urgente allo stadio Pochissimo: “Con il passaggio in serie D, la federazione aveva dei criteri ben precisi per la validazione del campo. Abbiamo dunque reperito urgentemente i fondi e realizzato una nuova tribuna, nuove uscite di sicurezza, la separazione delle tifoserie, gli spogliatoi e ottenuto la validazione sia dei Vigili del Fuoco sia della FIGC ed è stato possibile disputare il campionato fin dalla prima partita che ci ha visti vincere contro il Prato nonostante i pronostici”.

Partiranno entro settembre i lavori in piazza Vittorio Veneto, affidati il 28 luglio scorso per un importo di 550mila Euro. In questi giorni gli uffici tecnici stanno valutando il rapporto tra i mezzi da impiegare e il carico della soletta. Anche il cantiere della chiesa vecchia del Salice, per un importo di 800mila Euro sostenuto da Regione Piemonte, in virtù dell’accordo di programma della scorsa primavera, comune di Fossano e Fondazione Cassa di Risparmio, cui si aggiungeranno altre attività in una seconda fase. La consegna dei lavori è prevista entro dicembre 2020 per quanto riguarda il Salice e per fine 2021 per piazza Vittorio Veneto.

Iniziati i lavori di rifacimento del tetto del Castello degli Acaja. Proprio i giorni scorsi sono state posizionate le gru e sono in fase di montaggio i ponteggi. In questi giorni è stato messo in sicurezza il fossato per alcune lose sollevate e ci vorrà qualche giorno perché siano sistemate. Sulla biblioteca si è, come prevedibile, aperto un capitolo abbastanza dettagliato, visto il clamore che ha sollevato l’annuncio dell’intenzione dell’Amministrazione di spostare la biblioteca civica dal Castello degli Acaja a un luogo: “vicino alle scuole, con parcheggio comodo e uno spazio da dedicare interamente alla biblioteca”. Quale sia lo spazio è ancora top secret, ma dagli elementi forniti e dal riferimento al desiderio di “non svendere i gioielli di famiglia” potrebbe trattarsi dell’ex mattatoio, posto in posizione comoda al centro, servito da un parcheggio, adiacente alla scuola media e di proprietà comunale: “Abbiamo deciso di fare uno studio di fattibilità e parlato con l’assessore regionale Vittoria Poggio per verificare le possibilità di finanziamento. Le solette del castello hanno dei problemi oggettivi a ospitare la biblioteca e in ogni caso si dovranno fare degli adeguamenti anche al castello”.

Altro punto che sta facendo particolarmente discutere la comunità fossanese è via Roma dopo l’annuncio di Tallone di voler rifare il manto stradale eliminando l’acciottolato: “Quello a cui ci riferiamo – ha spiegato – è un progetto risalente al 2004 che coinvolge via Roma, piazza Battuti Rossi, il Sagrato del Duomo, piazzetta Manfredi e piazza Bima. L’acciottolato di via Roma richiede una grande manutenzione. Quello che intendiamo fare è trovare una soluzione che consenta sia una minor pendenza dei parcheggi, sia minori costi di manutenzione. Se mi chiedete se intendiamo farlo in pietra o in oro in questo momento non lo posso ancora dire. Posso sicuramente affermare che intendiamo intervenire sulla pavimentazione di via Roma e che via Roma sarà sempre aperta al traffico”. Sempre sul centro storico un’altra proposta sul piatto delle valutazioni è di riproporre i parcheggi in piazza Manfredi, limitandoli ai diversamente abili: “Basta avere un po’ di buon senso per capire che un parcheggio per i disabili in pendenza non è comodo”.

Anche la modifica di via Roma è stata sottoposta all’assessore regionale Vittoria Poggio, così come i lavori necessari a ultimare Palazzo Burgos, sede della Fondazione Fossano Musica per il quale l’assessore Poggio ha già dato disponibilità a erogare un contributo per coprire i 200mila Euro messi a budget dal Comune di Fossano.

Il sindaco Tallone e il vicesindaco Pellegrino hanno anche affrontato lo spinoso tema dell’appalto per il verde pubblico: “Fortunatamente quest’anno scade il contratto vergognoso e scandaloso. Il verde è il nostro biglietto da visita e non capisco davvero perché qua sia gestito in questo modo. Ci sono continue lamentele sul verde pubblico” ha detto il sindaco. “Il nuovo bando è in fase di predisposizione. Innanzitutto prevedrà 4 sfalci in luogo dei due attuali, insufficienti anche per la sicurezza” ha precisato Pellegrino.

Altri temi toccati dai diversi assessori sono state le manifestazioni, incluse quelle agricole come Coloratissimo Autunno per la quale: “Abbiamo chiesto un contributo aggiuntivo alla Fondazione Cassa di Risparmio di Fossano perché la precedente Giunta ha speso su Expoflora e Vitello Grasso quello che era il disponibile per le tre manifestazioni agricole annuali. Abbiamo in ogni caso deciso di riproporre la manifestazione e, anzi, di valorizzarla dopo che gli anni scorsi aveva perso”.

Molti altri i temi affrontati, dall’edilizia convenzionata alla manutenzione delle strade vicinali in frazione; dall’innovazione tecnologica al regolamento cimiteriale, dalle scuole pubbliche, parititarie, cittadine e frazionali, alle manifestazione.

Particolare rilievo è stato dato a 130mila Euro di contributo statale ottenuto “grazie all’impegno del senatore Bergesio e dell’onorevole Gastaldi per interventi sull’arredo urbano che spenderemo per interventi nelle zone periferiche e in frazione”. 

Agata Pagani-Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium