/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2019, 08:30

Gestione pubblica dell'acqua: "Il sindaco di Alba mette in discussione questa decisione democratica"

A scrivere il Comitato cuneese Acqua bene comune, che chiede al presidente Calderoni di vigiliare

Gestione pubblica dell'acqua: "Il sindaco di Alba mette in discussione questa decisione democratica"

Da lunedì 16 settembre l’Ente di Governo di Ambito Territoriale Ottimale Cuneese (Egato), l’organismo che sovrintende alla gestione del Servizio Idrico Integrato in Provincia di Cuneo, ha un nuovo presidente, il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni. Come vice-presidente la scelta è caduta sul presidente dell’Unione Montana Monte Regale, e sindaco di Vicoforte Mondovì, Valter Roattino.

Il Comitato esprime la propria soddisfazione per i tempi rapidi in cui si sono effettuati le nomine dei rappresentanti delle aree omogenee e le elezioni.

I nuovi eletti hanno confermato di voler proseguire sulla strada intrapresa.

La stessa intenzione era stata manifestata negli interventi precedenti dal presidente della Provincia Federico Borgna e dall’ex presidente dell’Egato Bruna Sibille.

Nella stessa giornata il sindaco di Alba, in un'intervista ai giornali ha, invece, ufficialmente comunicato di voler mettere in discussione la decisione, democraticamente espressa dalla gran maggioranza dei sindaci della provincia, in merito alla gestione dell'acqua totalmente pubblica per i prossimi trent'anni, prevedendo una gestione privata per l'area albese.

Al sindaco Carlo Bo ricordiamo che senza una modifica della legge regionale in materia ciò non è possibile e che è altrettanto impossibile modificare la legge regionale in contrasto con l'indicazione sulla gestione unica d'Ambito contenuta nella legge nazionale.

Ai nuovi presidente e vicepresidente chiediamo di contrastare con la massima efficacia questa tendenza ed a tutti i sindaci di non permettere questo affronto alla democrazia.

Da parte nostra metteremo in campo tutte le iniziative per impedire che per una ragione di schieramento politico venga ancora una volta inficiato l'esito referendario del 2011.


Comitato Cuneese Acqua Bene Comune

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium