/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2019, 11:04

Saluzzo: è Maurizio Landini il premio "Bella Ciao 2019"

La consegna del riconoscimento si terrà mercoledì 2 ottobre alle 21 al teatro "Magda Olivero"

Maurizio Landini

Maurizio Landini

Mercoledì 2 ottobre alle ore 21 presso il cinema teatro Magda Olivero, l’Associazione Bella Ciao consegnerà il premio per l’anno 2019 a Maurizio Landini, segretario Generale della CGIL.

Maurizio Landini ha il merito di aver riportato con forza e determinazione all’attenzione della discussione politica l’indissolubile legame fra il diritto al lavoro e nel lavoro e la tenuta democratica del Paese: nell’attuale contesto storico, il perseguimento di una politica che riconosca nel lavoro, in tutte le sue forme, nel contrasto alla precarietà, nella dignità delle lavoratrici e dei lavoratori, la via per una maggiore giustizia sociale che si erga a difesa dei valori della Costituzione e dell’antifascismo, appare ineludibile.

Lo Statuto dell’associazione, fra le altre ipotesi, prevede l’assegnazione del premio “a persone che, nella loro attività professionale, politica e culturale, si siano distinte nella difesa dei valori e dei principi sanciti dalla Costituzione nata dalla Guerra di Liberazione”: Maurizio Landini rientra a pieno titolo fra le persone che si sono distinte nella difesa dei valori della Costituzione.

A intervistare Maurizio Landini sarà Battista Gardoncini, che è stato giornalista RAI dal 1984, dove ha percorso tutta la trafila, da redattore ordinario a conduttore radiofonico e televisivo, fino all’incarico di caporedattore responsabile di Leonardo, il telegiornale scientifico del TGR. Dal 2006 è stato anche curatore del settimanale nazionale TGR Montagne. Alla serata parteciperà anche Mauro Calderoni, Sindaco di Saluzzo.

L'Associazione Bella Ciao è nata nel febbraio 2002, con il nome originario "Amici di Walter Botto" per ricordarne la figura di partigiano e uomo politico cittadino, deceduto nel 2000. Successivamente il nome è mutato in "Amici di Walter Botto e Enrico Rossi", altra figura importante del partigianato e della politica cittadina, deceduto poco dopo.

Per volontà delle famiglie Botto e Rossi, l'associazione ha cambiato la propria denominazione in "Bella Ciao", in modo da ricordare tutti i partigiani saluzzesi. Bella ciao è un'associazione culturale che ha "lo scopo di ricordare i valori della Resistenza e dei partigiani saluzzesi che hanno combattuto la guerra di Liberazione, con l'assegnazione di un premio annuale, destinato ad un'opera artistica riguardante prioritariamente la guerra di Liberazione o le vicende del movimento operaio e con la programmazione di eventi culturali per la promozione degli stessi valori".

Nel corso degli anni il premio è stato assegnato, fra gli altri, a Giorgio Diritti, Aldo Cazzullo, Francesco Guccini, Yo Yo mundi, Giuliano Montaldo, Assemblea Teatro, Giovanni De Luna, ai genitori di Giulio Regeni, e l’anno scorso a Ezio Mauro.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium