/ Agricoltura

Agricoltura | 20 settembre 2019, 15:04

Decreto clima, Coldiretti: "Bene il bonus verde, ma giù le mani dai carburanti agricoli"

Roberto Moncalvo: "A rischio la quotidiana manutenzione del territorio e la competitività del nostro agroalimentare"

Foto generica

Foto generica

Coldiretti si oppone con forza al tentativo di ridurre gli incentivi per i carburanti agricoli, emerso dalla bozza di Decreto-Legge sul clima.“È insostenibile la proposta di ridurre dal 2020 i sussidi ritenuti dannosi per l’ambiente, che colpirebbe paradossalmente anche i carburanti agricoli senza i quali verrebbe messa a rischio la quotidiana manutenzione di gran parte del territorio, lasciato all’abbandono e al dissesto idrogeologico, e compromessa la competitività del nostro agroalimentare” commenta Roberto Moncalvo, Delegato Confederale di Coldiretti Cuneo.Positivo, invece, l’inserimento nel Decreto del bonus verde per giardini e terrazzi, sostenuto da Coldiretti, che consente la detrazione ai fini IRPEF del 36% delle spese per lavori di “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi nonché per coperture a verde e giardini pensili. Il bonus si applica nel limite massimo di spesa di 5.000 euro per interventi sulle singole unità immobiliari e sulle parti esterne condominiali e tra le spese sono comprese quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione dei lavori.La proroga della misura offre un importante sostegno al comparto florovivaistico della nostra Provincia che genera una produzione lorda vendibile di oltre 26 milioni di euro e coinvolge 220 aziende cuneesi, per una produzione di piante ornamentali superiore ai 2 milioni e un totale di 700 addetti coinvolti.“Il provvedimento costituisce un beneficio per l’intera collettività - rimarca Moncalvo - perché contribuisce a rendere più belle le nostre città ma anche a tagliare lo smog con diffusione di piante capaci di catturare le polveri e di ridurre il livello di inquinamento”.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium