/ Cronaca

Cronaca | 21 settembre 2019, 00:10

Ritrovati i due fungaioli dispersi nei boschi di Frassino, tratti in salvo da Vigili del Fuoco e Soccorso Alpino

I soccorritori hanno avvertito le loro urla di aiuto. I due si trovavano in una zona impervia tra San Bernardo delle Sottole e il Colle di Gilba. Attualmente sono in fase di discesa a valle

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Dopo qualche ora di apprensione sono stati rintracciati e portati in salvo i due cercatori di funghi, persi nei boschi della Val Varaita.

A confermarlo al nostro giornale, negli scorsi minuti, gli operatori della Quattordicesima delegazione del Soccorso Alpino, la “Monviso”, che hanno preso parte alle ricerche insieme ai Vigili del fuoco, presenti col nucleo speleo-alpino-fluviale e la squadra Volontari di Venasca.

L’allarme sul mancato rientrato della coppia era arrivato nella serata di ieri (venerdì 20 settembre). Insospettito dal mancato rientro dei due anziani, il figlio li aveva raggiunti telefonicamente. "Ci siamo persi in una zona impervia", avevano detto i due, che – poi – non avevano più risposto al telefono, complice anche la scarsa copertura di rete mobile in zona.

La notizia del ritrovamento è di poco fa, confermata da Luigi Richard, capodelegazione del Soccorso alpino “Monviso”.

La zona dove è poi stata ritrovata la coppia è stata “circoscritta” grazie alle urla di aiuto che i due avevano lanciato per farsi sentire dai soccorritori. I dispersi sono stati individuati in una zona decisamente impervia tra San Bernardo delle Sottole, a Frassino, e il Colle di Gilba. I due si erano coperti con delle foglie per ripararsi dal freddo. Oltre che con le urla, quando hanno capito che i soccorritori erano in zona, si sono fatti vedere agitando lo schermo acceso del telefono cellulare.

Attualmente sono in fase di discesa a valle, spaventati ma illesi.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium