/ Al Direttore

Al Direttore | 07 ottobre 2019, 17:15

"Fossano, centro Prelievi al collasso: non vogliamo più essere la Cenerentola sanitaria della Granda!"

Lettera appello dell'avvocato Anna Mantini

"Fossano, centro Prelievi al collasso: non vogliamo più essere la Cenerentola sanitaria della Granda!"

Egregio Direttore,

Sulle varie traversie del nostro ormai ex ospedale abbiamo già avuto modo di rammaricarci ampiamente e di rimpiangere i reparti e i servizi che sono stati via via soppressi e trasferiti altrove, senza che agli stessi siano mai corrisposte quelle specializzazioni sanitarie che qui a Fossano avrebbero dovuto trovare posto e sede. 

Tuttavia non possiamo fare a meno di denunciare il disagio subito dagli utenti che usufruiscono del Centro prelievi di Fossano, unità sopravvissuta e superstite del glorioso Laboratorio Analisi anch’esso trasferito nello specifico a Savigliano. 

Il servizio è frequentato quotidianamente da un numero di persone che varia da 80 a 110 e le infermiere addette ai prelievi sono soltanto 2, dicansi due!

Pertanto, il tempo di attesa varia da un’ora a due ore e, a volte, si abbrevia solo perché alcuni pazienti abbandonano l’impresa, cosa che avviene per vari motivi: il superamento del tempo di permesso richiesto o consentito sul posto di lavoro; il digiuno, quasi sempre previsto per gli esami del sangue, non sempre tollerabile oltre certi limiti temporali; l’insofferenza ad attese così prolungate e a priori imprevedibili (l’orario ufficiale è dalle 7 alle 10) e spesso protratte ben oltre le 11. 

E’ sufficiente che si verifichi un disguido, dovuto a cause oggettive e a conseguenti difficoltà di ordine superiore ad effettuare il prelievo, perché una delle due infermiere rimanga bloccata e l’altra si trovi praticamente da sola con incombenze raddoppiate, pur operando al massimo delle sue possibilità. 

Non possiamo neppure trascurare l’esigenza che questo lavoro sia svolto con precisione e disponibilità nei confronti degli utenti, esigenze incompatibili con un clima di premura e di impazienza.

Ci risulta che al Centro prelievi dell’Ospedale di Saluzzo, che ha vissuto un’esperienza disagevole analoga, il problema sia stato risolto aumentando di una unità il personale infermieristico dedicato. 

Ci domandiamo parchè lo stesso provvedimento non possa essere adottato anche a Fossano. Confidiamo pertanto sulla sensibilità dei responsabili del Servizio e auspichiamo che in tempi brevissimi tale disfunzione sia definitivamente eliminata a vantaggio della serenità degli utenti e degli operatori addetti e della qualità definitiva del servizio reso.

Anna Mantini

lettera firmata

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium