/ Cronaca

Cronaca | 08 ottobre 2019, 17:28

Borgo San Dalmazzo, falso incaricato del gas condannato per truffa

Nel 2014 si era presentato a casa di due anziane cercando di convincerle a installare un “apparecchio salvavita”

Foto generica

Foto generica

Nel 2014 aveva truffato due anziane di Borgo San Dalmazzo presentandosi come incaricato dell’azienda del gas. R.B., trentenne bresciano, aveva spiegato loro che per conto dei Vigili del Fuoco, della Regione e del Comune doveva mettere in sicurezza l’impianto del gas delle loro abitazioni installando un rilevatore da 700 euro. Il costo dell’intervento sarebbe poi stato rimborsato con la pensione.

Ad una aveva chiesto 249 euro, all’altra 200 euro. Pagati subito, in contanti.

Il tribunale di Cuneo ha condannato R.B. a un anno e sei mesi di reclusione e 700 euro di multa (pena sospesa). Una delle vittime, ultraottantenne, davanti al giudice ha detto che da quella volta non apre più a nessuno e non esce quasi di casa.

L’imputato si presentava portando con sé una scatolina “dimostrativa” dell’apparecchio che sarebbe andato ad installare. Secondo un commerciante, incaricato in sede di indagini dai carabinieri per valutare l’apparecchio, “si trattava di un rilevatore di gas molto semplice, del valore di 20-30 euro. Altri più sofisticati possono anche eliminare il flusso del gas e arrivare fino a 150 euro. Questo non aveva neppure le lucine indicative”.





Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium