/ Cronaca

Cronaca | 08 ottobre 2019, 07:17

Roaschia: trovato nella notte, a quota 1400 metri, un cercatore di funghi che si era perso

Ferito ad una spalla ed infreddolito, è stato salvato dopo diverse ore di ricerche, scattate nel tardo pomeriggio di lunedì

Roaschia: trovato nella notte, a quota 1400 metri, un cercatore di funghi che si era perso

Nella serata di lunedì  7 ottobre un cercatore di funghi E.C. 43 anni di Boves  è  caduto procurandosi una lesione alla spalla nei boschi sopra Roaschia, in Valle Gesso.

Visto il sopraggiungere del buio e l'impossibilita di proseguire, anche a causa della perdita di orientamento  dovuto alla caduta e al sopraggiungere della notte, l'uomo è rimasto fermo sul posto, in attesa dei soccorsi.

I familiari, non vedendolo rientrare, hanno lanciato l'allarme, mobilitando le squadre di soccorso: Soccorso Alpino, al quale si sono aggiunti i Vigili del fuoco e Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

Sul posto anche i carabinieri.  Le grida di aiuto dell'uomo, hanno permesso agli uomini del soccorso di localizzarlo e raggiungerlo attorno a mezzanotte, in una zona impervia tra boscaglia e salti di roccia, nel vallone del Van a quota 1400 metri.

Fortunatamente l'uomo non aveva riportato altre lesioni oltre a quelli alla spalla, probabilmente una lussazione, ed era in grado di camminare.

I tecnici del soccorso di Cuneo e del Sagf hanno fissato diverse corde per una lunghezza di oltre un kilometro, alle quali l'uomo è stato assicurato e accompagnato in sicurezza, fino a raggiungere  la strada sottostante.

Visitato dal medico del soccorso è  stato poi trasportato in ambulanza all'ospedale di Cuneo per accertamenti più approfonditi.

L'intervento al quale hanno partecipato più di 30 persone si è concluso alle 2.30 di oggi, martedì 8 ottobre.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium