/ Attualità

Attualità | 09 ottobre 2019, 20:22

"Comunque vada la vita, cerchiamo di guardarci nello specchio senza avere paura di noi stessi. In particolare, quando qualcuno cerca di bloccarci con la critica. Ci vuole solo coraggio!"

Rita Dalla Chiesa ha presentato oggi il suo libro "Mi salvo da sola" presso l'associazione cuturale Ego Bianchi. Il volume è dedicato alle onde della sua vita, che l'hanno sempre aiutata a tornare a riva. Durante l'incontro, il toccante saluto e la testimonianza dell' 89 enne, ex direttore del Carcere di Cuneo negli anni '70, che aveva conosciuto il papà Carlo Alberto, e il suo ricordo di quando il Generale Dalla Chiesa, veniva nel suo ufficio a parlare di Buscetta

"Comunque vada la vita, cerchiamo di guardarci nello specchio senza avere paura di noi stessi. In particolare, quando qualcuno cerca di bloccarci con la critica. Ci vuole solo coraggio!"


Comunque vada la vita, cerchiamo di guardarci nello specchio senza avere paura di noi stessi. In particolare, quando qualcuno cerca di bloccarci con la critica. Ci vuole solo coraggio!" 

A parlare è Rita Dalla Chiesa, giornalista e conduttrice, figlia del Generale Carlo Alberto, vittima della mafia, ospite oggi a Cuneo per la presentazione del suo libro "Mi salvo da sola" presso l'associazione culturale Ego Bianchi. 

Intervistata dal presidente dell'associazione Fabrizio Quiriti, Rita ha raccontato di come sia nata e cresciuta in caserma con i profumi della cucina pugliese (peperonata, pane, olio e aceto) attraverso i piatti preparati dalla moglie del Maresciallo nell'alloggio assegnatogli. Di come non ci si aspetta che abbia un'anima rock, proprio lei che ha sempre sperato di essere la nonna del tempo delle mele, credendo che l'amore può giungere da qualsiasi parte, come quando portava da piccolo il nipote in libreria e tirava fuori i libri che gli piacevano di più. Del suo amore per gli animali e del mare, che è in continuo movimento, come lo è lei. 

Nel corso della presentazione è stato toccante il saluto e la testimonianza dell' 89 enne, ex direttore del Carcere di Cuneo negli anni '70, che aveva conosciuto il papà Carlo Alberto. Il ricordo di quando il Generale Dalla Chiesa, veniva nel suo ufficio a parlare di Buscetta. "La sua testimonianza mi ha colpito in modo particolare perché a quei tempi (era il periodo delle Brigate Rosse), c'era Renato Curcio, e proprio oggi veniva presentato il suo libro. "Io mi chiedo perché deve presentarlo e quale pubblico potrebbe essere interessato ad un ex brigatista e tra i fondatori delle Brigate Rosse?" - si è domandata Rita Dalla Chiesa. Comunque vada la vita - conclude Rita Dalla Chiesa - cerchiamo di guardarci nello specchio senza avere paura di noi stessi. In particolare, quando qualcuno cerca di bloccarci con la critica. Ci vuole solo coraggio!" 

Entrando sul tema del libro "Mi salvo da sola" scritto durante la vacanza estiva dell'autrice nel 2018 e presentato oggi. Abbiamo posto alcune domande all'autrice. La nostra intervista...

Da cosa si salva, Rita Dalla Chiesa? 

"Nella vita mi sono dovuta salvare tante volte da sola, non è sempre facile affidarsi agli altri e non devi piangerti addosso. Credo di avere sciolto tante cose che avevo dentro, anche se ne sono uscite altre." Il libro parla di onde nel mare, che la portano avanti e indietro, così come i ricordi - continua Rita Dalla Chiesa -"Credo che molte donne si sono riconosciute nella mia storia, con le tragedie che ogni donna può avere. Sono servite per capire il mondo che ho di fronte. Scrivo per trasmettere la positività che ho dentro"

Come cambia la vita dopo la morte di suo papà?

"Ora il sorriso che ho può essere di impasse, prima era diverso. Ho imparato a tenere dentro i miei amori, come mio padre, mia madre, il grande amore della mia vita Fabrizio Frizzi, e gli amici. Si pensa che questo cognome Della Chiesa mi abbia aperto molte porte, invece, me ne ha chiuse tante! Ma io vado avanti sempre e comunque" 

È già stata a Cuneo prima d'ora? Qual è il ricordo che ha? 

"Di Cuneo mi ricordo i portici e i Cuneesi, quando venni tanti anni fa con mia figlia piccola"

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium