/ Attualità

Attualità | 09 ottobre 2019, 09:30

Torna “a casa” un quadro del fossanese Beinaschi

La Cassa di Risparmio di Fossano, con tenacia, si è aggiudicata all’asta l’opera “Il tributo della moneta”, messo in vendita dalla casa d’aste Dorotheum di Vienna tra le collezioni del Seicento

Il quadro acquistato dalla CRF

Il quadro acquistato dalla CRF

Prende definitivamente residenza a Fossano una delle opere del suo illustre cittadino Giovanni Battista Beinaschi: la Cassa di Risparmio di Fossano, con tenacia, si è aggiudicata all’asta l’opera “Il tributo della moneta”, messo in vendita dalla casa d’aste Dorotheum di Vienna tra le collezioni del ‘600.

Il quadro è praticamente inedito, poiché appartenuto per molto tempo a collezione privata e mai catalogato. Illustra un episodio narrato nel vangelo di Matteo, ripreso anche da altri artisti quali Masaccio e Tiziano, nel quale Gesù, interrogato da un fariseo sul pagamento delle tasse ai romani mostra una moneta su cui è inciso il profilo dell’imperatore e risponde con la ben nota frase “Rendete a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio”.

Realizzato molto probabilmente durante il lungo soggiorno del Beinaschi a Napoli, il quadro è in ottimo stato di conservazione ed ha già trovato collocazione nella Sala del Consiglio del Palazzo del Comandante, sede della CRF, accanto ad altre opere del pittore acquistate negli ultimi cinquant’anni: “Trionfo di imperatore romano” (attribuito), “Giuditta e Oloferne”, “San Girolamo” e Mosè fa scaturire l’acqua dalla roccia”.

Siamo molto soddisfatti di essere riusciti ad aggiudicarci quest’opera” dichiara il presidente della CRF Antonio Miglio. “Nel nostro ruolo di banca di territorio, che vuole valorizzarne gli aspetti economici e sociali, crediamo rientrino anche i valori culturali espressi attraverso gli artisti che qui sono nati o cresciuti. Beinaschi è un pittore di alto livello ed è un piacere poter vantare una collezione nutrita di sue opere”.

Il patrimonio artistico e culturale di proprietà dell’Istituzione Cassa di Risparmio di Fossano (Fondazione e CRF SpA) continua ad arricchirsi; questa volta di un’opera di rilevante valore artistico eseguita da un fossanese, ne siamo lieti” dichiara il dottor Gianfranco Mondino, presidente della Fondazione CRF.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium