/ Cronaca

Cronaca | 10 ottobre 2019, 11:22

I due bracconieri scoperti dai Carabinieri Forestali a Ceva ammettono le loro responsabilità

Erano stati individuati nel corso di una complessa operazione antibracconaggio. Hanno pagato la sanzione di 800 euro

Il materiale sequestrato dai Carabinieri Forestali

Il materiale sequestrato dai Carabinieri Forestali

Si è concluso nei giorni scorsi l’iter processuale a carico di due cebani, V.A. e V.R., avviato la scorsa primavera a seguito di una complessa operazione dei Carabinieri Forestali della stazione di Ceva volta a contrastare il fenomeno del bracconaggio.

L’indagine aveva coinvolto oltre 20 militari, effettuando numerose perlustrazioni su vaste superfici boscate alla ricerca di trappole e strumenti di caccia non consentiti.

Su disposizione della Procura di Cuneo era stata inoltre effettuata una articolata perquisizione, che aveva interessato 23 fabbricati, 8 veicoli e 43 terreni agricoli boscati per circa 30 ettari. Oltre ai due indagati, durante l’attività erano state controllate altre 7 persone.

La perquisizione aveva portato al sequestro di un ingente quantitativo di strumenti utilizzati per il bracconaggio sia venatorio che ittico, tra cui: 6 tagliole per cattura fauna selvatica, 16 lacci in metallo di cui uno con annessa carcassa di cinghiale, 58 cartucce per abbattimento ungulati (non denunciate), 9 bossoli esplosi, circa mezzo chilo di polvere da sparo (non denunciata), 1 coltello da macellaio, 1 sacco di juta con tracce di sangue animale, 21 cavi di metallo atti alla fabbricazione di lacci, 5 ferma cavo in metallo atti alla realizzazione di lacci, 3 pelli di faina, 2 nasse per pesca di frodo.

A carico dei due indagati, i militari avevano inoltre elevato dei verbali amministrativi per un totale di 800 euro per mancato rispetto della normativa relativa alla detenzione di trappole per cattura fauna selvatica.

Il Tribunale Ordinario di Cuneo ha emesso dunque la sentenza con cui ha accettato il pagamento effettuato dai due indagati che hanno dunque ammesso le loro responsabilità.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium