/ Cronaca

Cronaca | 11 ottobre 2019, 15:35

Savigliano, aggredito un capotreno: denunciato un ventiquattrenne

E' intervenuta la Polfer; gli stessi agenti sono stati aggrediti dal denunciato con spintoni, calci e graffi

Savigliano, aggredito un capotreno: denunciato un ventiquattrenne

Il Compartimento della Polizia Ferroviaria del Piemonte e della Valle D’Aosta garantisce numerosi servizi di scorta a bordo dei treni, soprattutto di quelli considerati maggiormente critici, cioè dove è più elevato il rischio di aggressione dei Capi Treno o furti a danno dei viaggiatori.

E’ durante uno di questi servizi, sulla tratta Torino – Cuneo, più precisamente nella Stazione di Savigliano, che la Polfer è intervenuta, su richiesta del Capotreno, il quale segnalava di essere stato aggredito da tre soggetti trovati sprovvisti del titolo di viaggio.

Alla vista del personale della Polizia di Stato, due dei tre soggetti cercavano di tranquillizzare il terzo che continuava a minacciare verbalmente e fisicamente in modo molto aggressivo e concitato il Capotreno, che intanto si era allontanato per ragioni di sicurezza.

A nulla sono valsi i tentativi degli operatori che, tentando di bloccare lo straniero, sono stati a loro volta aggrediti con spintoni, calci e graffi. Una volta immobilizzato l’uomo, gli Agenti hanno contattato i CC competenti per territorio per avere ausilio logistico per la trattazione degli atti.

Compiutamente identificato lo straniero, un ventiquattrenne ghanese, domiciliato nel milanese, risultava essere destinatario di una revoca della misura di accoglienza notificato dai CC di Caluso D’Adda ed essere in possesso di un permesso di soggiorno sul territorio nazionale scaduto e in attesa di rinnovo.

Lo straniero è stato denunciato per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni e minacce.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium