/ Eventi

Eventi | 13 ottobre 2019, 09:45

Mondovì: presentato il Festival dei Giovani Musicisti Europei

Rassegna al via domenica 27 ottobre, gran finale il 24 novembre con il Goldmund Quartett

Mondovì: presentato il Festival dei Giovani Musicisti Europei

Il cuore e la testa rimangono a Mondovì ma le braccia si diramano verso altri centri importanti.

Il Festival dei Giovani Musicisti Europei diventa sempre più grande, con ben nove concerti: cinque, come d’abitudine, sotto la torre del Belvedere, due a Cuneo, uno a Saluzzo e uno a Torino. In più anche, novità, una prova aperta al pubblico.

La quarta edizione della kermesse organizzata dall’associazione Linus-Cultura si è presentata ufficialmente venerdì pomeriggio nella sala del Museo della Ceramica a Mondovì Piazza. L’attesa è tanta per un Festival che sa portare qui i migliori giovani talenti della musica classica nel vecchio continente.

La cerimonia di presentazione si è aperta con un lungo applauso nei confronti delle due anime di Linus Cultura e del Festival, Maria Luisa Milanese e Lutz Lüdemann.

Quindi la parola a Michela Giuggia, vice-presidente della Fondazione Artea, che garantisceun sostegno fondamentale all’evento. «La Fondazione Artea è lieta di aver collaborato, per il secondo anno, alla realizzazione di un Festival che, fin dalle sue origini, guarda al futuro. Nato e pensato per far conoscere al pubblico giovani talenti europei della musica classica ma anche per avvicinare la musica classica ai giovani di oggi. Ed è proprio la sfida di raggiungere e coinvolgere le nuove generazioni nelle attività culturali del nostro territorio uno degli obiettivi che accomuna Artea al Festival. Una realtà in crescita, come si preannuncia dall’edizione 2019, a dimostrazione della qualità e della passione che la contraddistinguono».

Un Festival “trampolino di lancio”Mondovì è stata in questi anni un trampolino di lancio per molti musicisti.

«Abbiamo portato in città ben 36 artisti di livello internazionale. Alcuni di loro sono oggi nomi importanti a livello mondiale -spiega il direttore artistico Lutz Lüdemann - . Per esempio il quartetto Aris è stato scelto come ospite fisso dalla BBC, la radioufficiale inglese; il percussionista Christoph Sietzen ottiene successi in tutto il mondo e ha persino suonato ad un vertice di Primi Ministri dell’Unione Europea; Janina Ruh è diventata prima violoncellista dell’orchestra della radio di Stoccarda; il disco della pianista Sophie Pacini “In beetween” è stato premiato dal giornale inglese Daily Mail mentre la mezzosoprano Mariangela Marini ha cantato quest’estate la Carmen all’Arena di Verona».

Formula collaudata e novitàL’accoglienza agli artisti al primoposto ed una “location” che annulla la distanza fra musicisti e pubblica. Formula che vince non si cambia.

Cinque concerti in matinée (a partire dalle ore 10.30) nella sala del Circolo di Lettura a Mondovì Piazza, con quattro repliche a Cuneo, Saluzzo e Torino. Ma non mancano le nuove idee: quest’anno, per esempio, sabato 23 novembre si terrà, al pomeriggio, alle 17, una prova aperta al pubblico. Un modo per entrare dietro le quinte e capire come nasce un concerto.

«Il nostro Festival è in continuo movimento, chissà che da questo non possa nascere un workshop il prossimo anno», dicono gli organizzatori.

- Il programma: date ed artisti

A svelare il programma dei concerti dell’edizione 2019 è in prima persona il direttore artistico Lutz Lüdemann.

La prima data, domenica 27 ottobre, come ormai tradizione, è dedicata ai giovani musicisti piemontesi. Si esibiranno Ylenia D’Introno (pianoforte), Alberto Pipitone Federico (pianoforte) e Indro Borreani (pianoforte e violino).

Domenica 3 tocca al trio d’archi “D’Iroise”, il cui concerto verrà replicato al pomeriggio a Torino: aprirà addirittura la stagione concertistica “Regie Sinfonie”, nella prestigiosa sala di Palazzo Barolo. Si tratta di un trio franco-tedesco formato da violino, viola e violoncello che eseguirà musiche di Franz Schubert, Jean Francaix e Ludwig van Beethoven.

La settimana dopo, domenica 10, ecco lo Zenon Quartett, quattro sassofoni insieme in uno spettacolo unico. Arrivano dalla Germania e nonostante la giovane età sono pluripremiati e già noti in radio e sale di concerto tedesche. Il loro programma presenta da Bach, Haydn, ed Händel: musiche suonate con uno strumento, è questa la particolarità, che a quei tempi non esisteva.

Al pomeriggio il “bis”, alle 17.30 al Cinema Teatro Magda Olivero di Saluzzo.

Non può mancare, al Festival, il pianoforte: domenica 17 arriva a Mondovì Giorgio Trione Bartoli, nato a Trani (in Puglia) nel 1996. Vanta numerosi premi a livello italiano ed internazionale. Suonerà musiche, fra gli altri, di Beethoven, Chopin e Albéniz.

Il Festival sbarca a Cuneo lunedì pomeriggio, alle 18, con il suo concerto in Sala San Giovanni. Gran finale la settimana successiva con il quartetto d’archi Goldmund: Florian Schötz, Pinchas Adt, Christoph Vandory e Raphael Paratore sono tra i migliori giovani musicisti di Germania Hanno partecipato ai Festival internazionali di Aix en Provence e Granada e suonato fuori dal vecchio continente: in Canada, Cina, Australia e Stati Uniti.

Sabato 23 novembre, a Piazza, al Circolo di Lettura alle ore 17, la prova aperta al pubblico; domenica 24 novembre il concerto al mattino; la sera alle 20 il “bis” a Cuneo al Teatro Toselli.

- Chi sostiene il Festival

Il Festival può contare sulla collaborazione fondamentale della Fondazione Artea, di quattro Rotary Club (Mondovì, Cuneo 1925, Alpi del Mare e Saluzzo), del Circolo di Lettura di Mondovì Piazza, della Fondazione Museo della Ceramica di Mondovì, e vanta il patrocinio di Comune di Mondovì e Provincia di Cuneo ed il prezioso sostegno del Deutscher Musikrat.

Non si possono poi dimenticare i contributi di Fondazione Crc, Fondazione Crt, Bcc di Caraglio, Bcc Pianfei e Rocca de’ Baldi, Banco Azzoaglio e gli sponsor privati che contribuiscono al concerto di Saluzzo: Caffè Excelsior, Formaggi Valgrana, Acqua Eva, Giletta Bucher Municipal.

Ultima menzione per la professoressa Gabriele Kunkel, che cura tutte le grafiche dell’evento.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium