/ Attualità

Attualità | 14 ottobre 2019, 14:44

Criminalità: la Granda al 94° posto in Italia per numero di denunce, ma per i furti in casa sale al 15°

La graduatoria è stata realizzata da "Il Sole 24 Ore" prendendo in esame i dati dello scorso anno, forniti dalla Pubblica sicurezza del Ministero dell'Interno. Ai vicini astigiani la palma nera dei colpi nelle abitazioni

Criminalità: la Granda al 94° posto in Italia per numero di denunce, ma per i furti in casa sale al 15°

"Il Sole 24 Ore" analizza l'indice di criminalità nelle province del nostro Paese elaborando i dati del 2018. La classifica è stata pubblicata nella giornata odierna, lunedì 14 ottobre.

La graduatoria redatta prendendo in esame i dati forniti dalla Pubblica sicurezza del ministero dell'Interno, analizza le denunce emerse dalle segnalazioni delle forze di polizia. I dati sono stati rapportati alla popolazione Istat delle 106 province italiane al 1 gennaio 2019.

Dalla classifica generale emerge che Milano si piazza al primo posto con 7.017 denunce ogni 100 mila abitanti. Completano il podio le province di Rimini (6430,1) e Firenze (6252,8).

E Cuneo? La provincia si conferma, come spesso hanno avuto modo di dire i vertici delle forze dell'ordine della Granda, nelle ultime posizioni della classifica. L'indice di criminalità la vede piazzarsi al 94° posto su un totale di 106 province. La percezione è, però, spesso alterata rispetto ai dati oggettivi, ed è l'obiettivo primario proprio dei vertici dell'Arma e del questore di Cuneo quello di "ridurre la forbice tra il dato reale e quello percepito".

Le denunce totali nel 2018 sono state poco meno di 15mila, 2553 ogni 100mila abitanti. L'anno scorso Cuneo era al 97esimo posto, di fatto perdendo in un anno tre posizioni.

Ma quali posizioni occupa la Granda in base alla tipologia di reati? Qui il panorama è più articolato.

Sono i furti in appartamento il vero fenomeno criminale della provincia: Cuneo è al 15° posto in questa classifica che vede la provincia di Asti addirittura al primo posto. Le denunce totali per furti - e molti non denunciano - sono ben 2659, quasi una su sei.

Un altro dato che spesso non viene diffuso, in particolare per la tutela delle vittime, è quello sulle violenze sessuali: in Granda nel 2018 le denunce sono state ben 40. In questa classifica la nostra provincia è al 55° posto.

Omicidi volontari: la Granda, con 2 denunce, è al 67esimo posto. Per i tentati omicidi al 99°. Nessuna denuncia per infanticidio, a Cuneo come, fortunatamente, in molte altre province d'Italia.

25 le denunce per furto con strappo, dato che vede Cuneo 90esima in classifica; 70esima, invece, per i furti con destrezza: 410 le denunce del 2018 per questo reato.

404 le denunce per furti in esercizi commerciali, che valgono a Cuneo l'86° posto in classifica; 149 i furti di autovetture denunciati, anche qui la provincia è molto in fondo alla classifica nazionale. Stessa cosa per le rapine, 77 denunce in tutto il 2018 (per fare una proporzione, a Napoli, prima in classifica, le denunce sono prossime alle 5000); per le estorsioni Cuneo è 95esima in classifica; nessuna denuncia per usura così come per associazioni per delinquere o associazioni mafiose

Posizione numero 47 per il riciclaggio di denaro, 97esima per le denunce (206 in tutto) in ambito di frodi e truffe informatiche, al 53esimo posto per le denunce in materia di incendi, 88esima per le denunce legate al mondo degli stupefacenti.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium