/ Attualità

Attualità | 15 ottobre 2019, 21:01

“Plastica e bugie”: la minoranza di Verzuolo risponde al sindaco che scagiona l’uso della plastica nelle mense

In un comunicato “Verzuolo per tutti “ afferma di respingere le insinuazioni della maggioranza. Invita a leggere con “onestà culturale” la mozione e si dichiara disponibile a collaborare

“Plastica e bugie”: la minoranza di Verzuolo risponde al sindaco che scagiona l’uso della plastica nelle mense

 

Continua il botta e risposta tra la maggioranza e la minoranza consigliare di Verzuolo sulla questione dell’uso delle stoviglie di plastica nelle mense e manifestazioni comunali.

Dopo la mozione del gruppo “Verzuolo per tutti “presentata e respinta nell’ultimo consiglio comunale ( 24 settembre scorso) in cui si chiedeva di eliminare l’utilizzo della plastica, sostituendola con altri materiali, si era fatta sentire pubblicamente, in una nota stampa, la risposta della maggioranza.

Il sindaco Giancarlo Panero esibiva il certificato di conformità della Punto Service che gestisce il servizio comunale e le risposte dell’Asl Cn1, sottolineando che la plastica non è nociva.

“Bugie” dice la contro risposta del gruppo di minoranza. Nel loro comunicato  si legge: “Plastica è meglio”. Così si potrebbe riassumere il pensiero del Sindaco di Verzuolo che emerge dalla loro nota diramata dall'amministrazione comunale, evidentemente infastidita dalla mozione della minoranza tanto da manipolare la verità per gettare discredito.

“La questione è molto semplice: fino a tre anni fa le stoviglie di plastica nelle mense comunali non si usavano e oggi si.

Mentre il mondo intero si sta interrogando sui problemi ambientali ed in particolare su quelli derivanti dall'uso massiccio della plastica, a Verzuolo ci dicono che va tutto bene. Non è così, la plastica inquina, non è salutare, il suo uso è diseducativo e tutte le amministrazioni serie mettono in atto iniziative per ridurne l'utilizzo, non per incrementarlo".

Il gruppo afferma di  respingere le insinuazioni della maggioranza che definisce le loro osservazioni "gravi e false". “Bisognerebbe dimostrare la fondatezza di un'accusa simile e così grave perchè diffamatoria, nella misura in cui le argomentazioni del sindaco nulla hanno a che vedere con quanto da noi scritto nella mozione presentata lo scorso Consiglio comunale e che tanto hanno agitato il primo cittadino e la sua maggioranza".

"Trovare soluzioni migliori, rispettose delle norme, è il compito di chi amministra, che sieda da una parte o dall'altra dei banchi del consiglio".

Nel comunicato è manifestata la volontà di collaborare al Sindaco. “Non possiamo però accettare  accuse infondate, lanciate ad arte per creare divisioni ed allontanare la possibilità di cercare insieme soluzioni condivise a problemi enormi e di tutti”.

vb

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium