/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 16:10

A Govone si prepara il ritorno del "Magico Paese di Natale": ecco tutte le novità della 13ª edizione (FOTO E VIDEO)

Dal 16 novembre al 23 dicembre il centro roerino tornerà a proiettarsi nell’atmosfera della festa più attesa tra mercatini, eventi dedicati, quattro weekend tematici e il ritorno del treno storico da Torino e Milano. Obiettivo, superare le 200mila presenze del 2018

Dal 16 novembre l'atteso ritorno della grande manifestazione govonese

Dal 16 novembre l'atteso ritorno della grande manifestazione govonese

La casa di Babbo Natale, la renna Rudolph e un’esposizione di presepi provenienti da tutta Italia. Il count down è iniziato: il 16 novembre, tra un mese esatto, ritorna “Il Magico Paese di Natale" a Govone, evento giunto ormai alla tredicesima edizione.

L’edizione del 2019, come detto, si svolgerà dal 16 novembre, giorno della grande inaugurazione, sino al 23 dicembre: quest’anno inoltre, il mercatino di Natale de “Il Magico Paese”, con oltre 110 espositori, è stato inserito tra le destinazioni selezionate come European Best Christmas Markets: è l’unico rappresentante in Italia e questo è senza dubbio un segno tangibile di quanto la manifestazione sia diventata ormai un punto di riferimento in tutta Italia ed Europa per gli amanti del Natale.

Tra le novità di questa tredicesima edizione vi è il grande ritorno del treno storico, che consentirà ai visitatori di raggiungere “Il Magico Paese di Natale” da Torino e Milano.

Particolare anche l’idea di organizzare quattro weekend tematici, con coinvolgenti animazioni. Tanto spazio verrà inoltre destinato ai presepi, grazie all’esposizione “Adeste Fidelis,  che coinvolgerà i mastri presepi provenienti da tutta Italia. Chi sceglierà di trascorrere del tempo nel “Magico Paese di Natale”, tra una passeggiata nell’incantevole castello sabaudo e per le vie del borgo di Govone trasformato per l’occasione in un regno popolato da elfi fantastici, avrà anche modo di ascoltare i canti natalizi all’aperto e gustare proposte enogastronomiche del territorio.

Dopo il grande successo del 2018, quando la manifestazione riuscì a toccare quota 200.000 persone, l’obiettivo è confermare e magari migliorare questi numeri già molto importanti. Importante anche l’indotto economico, stimato in una cifra compresa tra i 26 e i 27 milioni di euro, soprattutto grazie alla presenza sempre maggiore di visitatori stranieri.

“Govone è magica in quel periodo: hanno saputo fare bene, questo evento è invidiato in tutta Italia”, afferma entusiasta il vice presidente della Regione Piemonte Fabio Carosso. “Siamo orgogliosi che piccoli comuni si prestino a ospitare questo genere di iniziative, sono esempi virtuosi. L’arrivo di oltre 200.000 persone consente di consumare prodotti del nostro territorio e non possiamo che esserne felici”.

In fibrillante attesa per l’inaugurazione Pier Paolo Guelfo, direttore artistico della manifestazione: “Il format, dalla casa di Babbo Natale al mercatino, è standard: è più grande d’Italia, con 117 chalet disposti su 45.000 metri quadri di spazio”. Pur rispettando la tradizione, la tredicesima edizione porta poi degli importanti elementi innovativi: “Abbiamo tante novità: i weekend tematici e il ritorno del trenino con partenza da Torino a Milano. Vi sono poi iniziative come quelle legate alla presenza in paese della onlus La Collina degli Elfi e la presenza di chef come Enrico Crippa e Davide Palluda. L’invito è quello di venire a trovarci al Magico Paese di Natale”, conclude il direttore.

Govone si appresta a trasformarsi nuovamente in un paese di Natale all’aria aperta.

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium