/ Attualità

Attualità | 16 ottobre 2019, 19:02

Variante di Demonte, Chiara Gribaudo: "Ennesimo stop inaccettabile, i ministri di infrastrutture, ambiente e cultura si mettano d'accordo"

"La storia del Forte della Consolata è un cane che si morde la coda: non si può valorizzare davvero la Valle Stura e i suoi tesori se i centri storici rimangono in balia dei mezzi pesanti"

Chiara Gribaudo

Chiara Gribaudo

Ho appena ripresentato un’interrogazione parlamentare sulla circonvallazione di Demonte, perché questo ennesimo stop è inaccettabile. I Ministeri delle infrastrutture, dell’ambiente e della cultura devono parlarsi e mettersi d’accordo” lo dichiara la deputata Chiara Gribaudo, che sul tema aveva già interrogato il precedente Ministro Toninelli.

Dal precedente governo avevo ricevuto una risposta evasiva, che non faceva presagire niente di buono. Non vorrei che come accaduto spesso in passato, la sorte della circonvallazione sia stata segnata in quei mesi per dirottare nuovamente le risorse altrove, magari nel Nord-est. La storia del Forte della Consolata è un cane che si morde la coda: non si può valorizzare davvero la Valle Stura e i suoi tesori se i centri storici rimangono in balia dei mezzi pesanti. C’è un parere di cinquanta pagine in cui si leggono decine di passaggi e di approfondimenti sull’opera, sembra assurdo che una fase istruttoria durata decenni non abbia accontentato i burocrati ministeriali”.

Prosegue la deputata borgarina: “Quest'opera è indispensabile per la salute dei cittadini di Demonte, per la sicurezza dei suoi edifici, per risolvere un problema vecchio di decenni. Ne parlerò al Ministro Franceschini, che è persona ragionevole e pragmatica. L’opera dev’essere fatta a tutti i costi e i finanziamenti già disponibili non devono essere dispersi”.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium