/ Attualità

Attualità | 18 ottobre 2019, 14:45

Ceva: il CFP e il teatro "Marenco" conquistano una medaglia d'argento nazionale

Altro obiettivo prestigioso traguardato nell'ambito del concorso "Adotta un Monumento". La responsabile di sede, Simona Giacosa: "Un riconoscimento che rende merito al lavoro sinergico di docenti e studenti"

Ceva: il CFP e il teatro "Marenco" conquistano una medaglia d'argento nazionale

Di nuovo sul podio nazionale, per giunta con una medaglia d'argento al collo: è l'obiettivo prestigioso traguardato dal CFP Cebano-Monregalese, che il prossimo 14 novembre sarà premiato a Napoli presso il Teatrino di Corte del Palazzo Reale nell'ambito del concorso "Adotta un Monumento", con tanto di menzione nel medagliere social.

Infatti, gli studenti frequentanti i corsi "Operatore del benessere - Estetica" e "Operatore meccanico", nell'anno formativo 2018/2019 hanno aderito per la quarta volta al bando "Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia", indetto dalla Fondazione Napoli Novantanove, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

In tale occasione, il CFP di Ceva ha focalizzato l'attenzione sul gioiello per antonomasia della propria città: il teatro "Marenco". Il progetto "Il Teatro: una storia d'amore" è nato leggendo in classe alcuni tratti del libro "In prima fila – Quarant'anni e più di storie e volti del teatro Marenco", scritto dalla giornalista cebana Paola Scola.

"La scintilla che ha condotto a tale adozione - commentano dalla scuola - è la citazione di Federico Garcìa Lorca riportata all'interno della copertina: 'Un paese che non ama il suo teatro o è morto o è moribondo'. Gli studenti, coadiuvati dalle loro docenti Simona Giacosa e Annalisa Penone, hanno immaginato un 'viaggio itinerante', che ha visto coinvolti alcuni monumenti presenti in città, per arrivare nel magnifico teatro. Il progetto di adozione è stato pensato su tre annualità scolastiche: lo scorso anno prevedeva lo studio relativo alla storia del teatro, quest'anno saranno al centro attività che vedranno coinvolta la compagnia teatrale, per giungere il prossimo anno alla realizzazione di una recita/spettacolo".

Tangibile in maniera piuttosto agevole l'emozione tra gli studenti premiati: "Aderire a questo bando - dichiarano - ci ha permesso di approfondire le nostre conoscenze storiche e ci ha inoltre offerto l'opportunità di svolgere un lavoro interdisciplinare e di gruppo, che ha visto alla base la condivisione degli obiettivi, delle scelte, dei metodi di ricerca e l'impostazione dell'elaborato finale. Vogliamo ringraziare di cuore il direttore artistico del teatro, Luca Prato, per averci concesso l'utilizzo del locale, aspetto indispensabile per realizzare il capolavoro finale. Intendiamo ringraziare anche le insegnanti che ci hanno incoraggiato e soprattutto spronato nel procedere con le attività e ci hanno aiutato a superare le difficoltà e i momenti di sconforto".

Soddisfazione incontenibile per la responsabile di sede, Simona Giacosa: "Credo molto nella finalità di questo bando nazionale e da anni lavoriamo per realizzare progetti che vedano il territorio locale come protagonista. Ritengo fondamentale che i ragazzi abbiano chiaro dove sono fondate le loro radici e sono orgogliosa del riconoscimento, in quanto rende merito al lavoro che docenti e studenti svolgono in sinergia, perseguendo l'obiettivo comune del rendere attivo il concetto di cultura. Gli studenti hanno dimostrato interesse, impegno e serietà nell'affrontare un lavoro complesso e hanno prodotto un elaborato ricco di spunti di riflessione e di storia da cui partire par il lavoro di quest'anno".

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium