/ Agricoltura

Agricoltura | 18 ottobre 2019, 15:45

Dal 9 al 17 novembre a Cavour si svolge la 40ª edizione di Tuttomele

L'ingresso è gratuito, con possibilità di pranzare, gustare le frittelle, comprare il frutto direttamente dai produttori, assistere agli spettacoli e a numerose altre iniziative

Dal 9 al 17 novembre a Cavour si svolge la 40ª edizione di Tuttomele

Dal 9 al 17 novembre 2019 si svolge, a Cavour, la quarantesima edizione di Tuttomele. Ecco la storia e alcune informazioni utili sulla manifestazione.

Il 4 agosto del 1980, nasce l’idea di Tuttomele. Cinque amici della Pro loco, Nanni Vignolo, Silvio Brarda, Giancarlo Cangialosi, Rino Fornasa e Giulio Brarda, inventano la manifestazione che, quest’anno, festeggia la quarantesima edizione. Mostra mercato frutticola, gastronomica e commerciale con oltre 200 stand commerciali e centinaia di bancarelle, bande musicali, degustazioni, spettacoli, mostre artistiche ed eventi sportivi.

Tuttomele presenta e vende le migliori qualità di mele dei produttori dei dieci Comuni del Cifop. Incredibili sono le qualità e le quantità di mele che vengono esposte (e vendute) durante la festa Inoltre, i commercianti allestiscono i loro negozi e botteghe, partecipando al concorso di “La mela in vetrina”.

Dice il presidente della Procavour, Marcello Bruno: "Anche chi, come me, per ragioni di età, è arrivato dopo, ha sentito quell’aria di pionieristica avventura che, anno dopo anno, si è consolidata in un contenitore di eventi tra i maggiori della nostra Regione. Nei prolochiani del 1980, fino a tutti gli altri amici che si sono aggiunti con il passare del tempo, è vivo lo spirito della manifestazione: promuovere la frutticoltura, promuovere il nostro paese ed il territorio circostante. Credo che i fatti ci abbiano dato ragione ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Una manifestazione che nasce e vive con l’impegno di tanti volontari donne e uomini della Pro loco che sacrificano il loro tempo per la comunità e per favorire l’economia della zona che si fortifica con l’incontro di gente proviente da ogni dove. Questa 40ª candelina sulla torta di Tuttomele, la accendiamo con nuove iniziative, con la consolidata accoglienza che offre Cavour durante Tuttomele (ma anche prima e dopo....), con la gastronomia genuina di un territorio salubre e ricco di prelibatezze della nostra frutta, della verdura e delle nostre carni di razza piemontese, il tutto cucinato dalle mani sapienti di cuochi che abbinano al culto della tradizione sia l’innovazione che la forza che danno i prodotti di prim’ordine della nostra terra. A Tuttomele vogliamo offrire il meglio di Cavour per dare il benvenuto agli ospiti ma anche per ringraziare coloro che da anni ritornano con tanta affezione nel nostro paese".

Aggiunge il sindaco di Cavour, Sergio Paschetta: "Possiamo dire che Tuttomele non è solo un evento importante, una manifestazione prestigiosa, ma è soprattutto “il” momento dove il nostro paese si presenta agli ospiti, dà il meglio di se, offre i suoi prodotti e rilancia di anno in anno la sua economia. L’importanza di Tuttomele è sotto gli occhi di tutti, dobbiamo quindi essere grati ai volontari della Pro Loco che l’hanno inventata e poi portata avanti con entusiasmo, sacrificio, impegno e competenza. Il loro merito è stato non solo di lavorare ma anche di saper coinvolgere centinaia di persone che, direttamente o indirettamente lavorano per la buona riuscita di Tuttomele e di essere riusciti a mettere sotto i riflettori il mondo agricolo del nostro territorio troppo spesso bistrattato o dimenticato. A loro va la mia personale gratitudine e quella dell’Amministrazione Comunale, insieme all’augurio di proseguire per molti anni ancora nell’impresa. Rivolgo infine un caloroso “benvenuto” ai paesi ospiti e ai graditi visitatori che aspettiamo come ogni anno, numerosi".

PER I VISITATORI DI TUTTOMELE

L'ingresso è gratuito. Orario: sabato, domenica e martedì dalle ore 10 alle ore 23. Altri giorni dalle ore 15 alle ore 23. Le aree espositive si trovano nel Centro storico del paese o immediata periferia, comunque in un raggio di 300 metri. Il 90% delle esposizioni è al coperto, quindi si può girare in totale libertà anche in caso di maltempo. Si segnala inoltre la possibilità di pranzare al TUTTOMELESelf, prendendo quello che si vuole (costo medio tra 10 e 15  euro) o comprare le frittelle di TUTTOMELE: tipico dolce con le mele preparato dalla Procavour (3 euro a porzione).

LA SETTIMANA GASTRONOMICA DELLA MELA

Una decina di ristoranti prepareranno menù interamente a base di mele.

Un e-book sfogliabile sul sito della Procavour www.cavour.info riepilogherà eventi, nomi, fatti e personaggi di questi 40 anni. L’e-book sarà on-line per il 1° Novembre. 

Inoltre, il programma prevede corsi di potatura, laboratori di cucina, abbinamenti mele e formaggio, convegni tecnici,  presentazione di libri, mostre di pittura e fotografiche, VENDITA DIRETTA delle MELE da parte dei PRODUTTORI.

Ogni sera spettacoli nel Teatro Tenda e nell’Area Spettacoli di piazza IV Novembre.

Per i gruppi c'è la possibilità di concordare una visita guidata all’Abbazia di Santa Maria, storico monumento e l’annesso Museo Cabarrum, di prenotare il pranzo per il al TUTTOMELESELF, ad un prezzo concordato con menù prestabilito, oppure acquistare buoni pranzo che verranno consegnati all'arrivo.

Per avere altre informazioni o per qualsiasi necessità si può scrivere aprocavour@cavour.info oppure telefonare al numero 0121 68194 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.

Cavour, il cuore della “Strada delle mele pinerolese”

Nel 2009, su volontà di quindici amministrazioni locali, con il sostegno di Provincia di Torino e Atl, è stata inaugurata la Strada delle Mele del Pinerolese, percorso di 63 km che si snoda attraverso 15 comuni della pianura e della collina pinerolese, toccando un centinaio di aziende frutticole ricadenti nel consorzio Pinfruit, la frutta del pinerolese. I Comuni ora convenzionati sono: Bricherasio, Cavour, Frossasco, Luserna San Giovanni, Macello, Pinerolo, San Secondo, Bibiana, Campiglione Fenile, Cumiana, Garzigliana, Lusernetta, Osasco, Prarostino.

Le caratteristiche della strada delle mele pinerolese

Linearità del tracciato: La creazione del percorso ad anello della Strada delle mele ricalca percorsi cicloturistici individuati da tempo ed inclusi, ad esempio, fin dal 2003, sulle guide Esterbauer, vera e propria “bibbia” del cicloturismo europeo. Il road book Esterbauer inserisce il percorso tra “Le più belle escursioni attraverso il paradiso dei gourmet”.

Sicurezza: La Strada delle mele si snoda su strade a basso flusso di traffico per oltre il 90 per cento del percorso. La Regione individua come “percorso ciclistico” una strada con il passaggio di meno di 1000 veicoli al giorno. La Strada delle mele si sviluppa su strade prevalentemente di campagna o di collina, già individuati e “collaudati” dai progetti precedenti (Marca Pinerolese, ciclopiste della pianura Pinerolese). Il completamento del recupero dell'ex ferrovia Bricherasio- Barge permetterà inoltre la realizzazione di 12 km di strada riservata alle sole biciclette.

Coerenza: la Strada delle mele è già stata ideata come un percorso tematico, per la valorizzazione delle eccellenze locali (frutta, carne, gastronomia).

Interconnessione: la Strada delle mele sono collegate direttamente a Eurovelo 8, attraverso il collegamento con l’asse della Via delle risorgive Villafranca-Airasca. Esiste inoltre una connessione con la via del Monviso attraverso Barge e la connessione con le route che si spingono in territorio francese lungo la val Chisone (via dei Romani, via Napoleonica, route D’Artatgnan) e le valli Valdesi (colle della Croce, Grane rimpatrio dei Valdesi).

Segnaletica: nel corso degli anni la Strada delle Mele e i percorsi della Marca Pinerolese sono stati oggetto di investimenti per la posa della segnaletica verticale. Oggi almeno l’80 per cento del info www.cavour.info percorso risulta già provvisto di segnaletica.

La Strada delle Mele ha un proprio sito internet www.stradadellemelepinerolese.it contenente indicazioni e percorsi ed è disponibile una app dedicata (Strada delle mele pinerolese) per Android e Ios-Iphone.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium