/ Attualità

Attualità | 20 ottobre 2019, 14:23

Cento anni di Penne Nere e cittadinanza onoraria: la domenica da sogno degli Alpini di Mondovì (FOTO e VIDEO)

Questa mattina il rione Piazza ha ospitato la sfilata per il secolo di vita dell'ANA, a margine della quale si è tenuta la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento alla sezione monregalese

Cento anni di Penne Nere e cittadinanza onoraria: la domenica da sogno degli Alpini di Mondovì (FOTO e VIDEO)

Le stille di pioggia, annunciate ma non cadute, non avrebbero in ogni caso potuto celare le lacrime di chi, con incontrovertibile senso del dovere, attaccamento alle tradizioni, spirito di Corpo, orgoglio degli emblemi e solidarietà fra commilitoni, ha scolpito nel cuore l'amore verso la propria città. 

La genuina commozione del presidente Gianpiero Gazzano, della "Madrina" Claudia Forzano e di tutti gli Alpini di Mondovì, insigniti nella mattinata di oggi, domenica 20 ottobre, della cittadinanza onoraria, testimonia l'incommensurabile spessore morale e umano che esattamente da un secolo connota l'ANA, fondata nel lontano (ma non troppo) 1919, sulle rovine della Prima Guerra Mondiale.

Va da sé, dunque, che le emozioni suscitate da tali ricorrenze, alle quali si aggiunge anche il 147° anniversario della nascita del Corpo degli Alpini (15 ottobre 1872). abbiano dato vita a un coacervo di sentimenti destinato a non abbandonare mai del tutto chi ha potuto assistervi e parteciparvi con l'animo, ancor prima che con gli occhi.

La domenica delle Penne Nere monregalesi ha preso il via alle 8.30 con il ritrovo presso l'ex ospedale, nel rione Piazza, con annessa colazione 'alpina' offerta da Confagricoltura Mondovì. Alle 9.15, poi, è scattata la sfilata lungo via delle Scuole, piazza Maggiore e via Giolitti, sino alla caserma "Galliano", dove ha avuto luogo l'alzabandiera ed è stato reso onore ai Caduti.

Successivamente, la Santa Messa in duomo alle 10.30 e, un'ora più tardi, come anticipato, la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria all'interno della prestigiosa cornice della sala Ghislieri. Un riconoscimento assegnato alla sezione ANA di Mondovì "per la fedeltà e la dedizione alla Patria in tempo di guerra e di pace, per i valori di eroismo, di impegno morale e civile, di rispetto, altruismo e generosità, per l'esempio di abnegazione e solidarietà, per la continuità di legame con la nostra terra e le nostre generazioni, simbolo di encomiabile coesione sociale, e per essersi sempre resa degna di profondo apprezzamento e di viva simpatia da parte della cittadinanza monregalese e di tutte le comunità a favore delle quali, con preziosa opera, ha portato soccorso e conforto in occasione di molteplici eventi calamitosi".

"L'iniziativa - ha commentato Paolo Adriano, sindaco del capoluogo monregalese - testimonia l'indissolubile legame tra Mondovì e gli Alpini e vuole essere un ringraziamento tangibile alle Truppe Alpine e alla sezione monregalese dell'ANA per l'impegno costante e incondizionato prestato nel tempo". 

Gianpiero Gazzano ha replicato, emozionato: "Con questa onorificenza, di cui andiamo profondamente fieri, la città di Mondovì intende esprimere riconoscenza e gratitudine per l'impegno morale e civile che il nostro sodalizio ha dedicato alla collettività, in tanti anni di attività generosa e solidale. Un momento indimenticabile per tutti noi".  

In coda, il pranzo presso l'istituto alberghiero "Giolitti" (12.30) e l'ammainabandiera (17). L'evento è stato peraltro impreziosito dalla partecipazione della Fanfara Alpina di Mondovì, dei volontari di Protezione Civile ANA e del Reparto Salmerie, che proprio nel 2019 ha raggiunto il suo primo decennio di vita.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium