/ Eventi

Eventi | 20 ottobre 2019, 16:34

Curiosando alla Fiera nazionale del Marrone di Cuneo (FOTO)

Una decina i nuovi espositori con prodotti originali ed alcuni unici, per prima volta a Cuneo, in arrivo dalla provincia Granda, da altre regioni d'Italia e dalla Francia

Curiosando alla Fiera nazionale del Marrone di Cuneo (FOTO)


In quest'ultima giornata della Fiera Nazionale del Marrone - tra caldarroste fumanti, prodotti enogastronomici, dolci e cioccolato, ed i laboratori didattici e show cooking realizzati da Coldiretti Cuneo e l’artigianato d’eccellenza del settore alimentare e manifatturiero messo in vetrina da Confartigianato Cuneo - siamo andati a sbirciare tra i 264 banchetti espositivi.

In un tripudio di sapori per il palato e il benessere, alla 21°esima edizione della partecipata Fiera abbiamo trovato: "TheChocolateWay" (La via del cioccolato) che unisce i distretti storici del cioccolato in Europa, tra i quali spiccano quelli italiani di Modica, Perugia, Torino, ed a questi si aggiunge anche Cuneo. Hanno presentato in fiera, oltre al conosciuto e apprezzato cioccolato di Modica, quelli al fior di sale, al pistacchio, al sesamo arancia, al mandarino e maggiorana, al pepe di Sichuam.   

"Sarl Pffrance" in arrivo da Aix en Provence ha proposto una serie di formaggi particolarmente gustosi e all'occhio molto colorati: alla lavanda e rosmarino, al pesto, al pesto di pomodoro, alle castagne, e al tartufo.

Il "Chinotto di Savona" Azienda agricola di Parodi Alessandro di Finale Ligure, ha portato in fiera il suo prodotto principe (l'agrume amarognolo e i suoi trasformati): sciroppato con candidura tradizionale all'italiana, due marmellate al chinotto verde e arancio in base alla maturazione del frutto, il Chin'oro" al gusto agrumato, condimento per alimenti delicati con olive taggiasche macinate insieme al chinotto.

La pasticceria "Careglio Marco" di Costigliole d'Asti ha deliziato i visitatori la sua torta con castagne garessine "gabbiane" senza conservanti, preparata con burro, uova e zucchero, realizzata da una ricetta centenaria di origine dellazona meridionale astigiana, consumata all'epoca nel periodo Pasquale. E ancora l'amaretto morbido con mandorle dolci e amare e armelline e la pasta di meliga.

L'Azienda agricola "Pelissero di Bra" coltivatori e apicoltori, hanno fatto degustare la torta alle nocciole "Tonda Gentile Trilobata" coltivata in frazione Bandito di Bra, la torta al cioccolato e nocciola, i croccanti al cioccolato e nocciola, la pasta di nocciole, il  miele di Ailanto ricco di vitamine e adatto nel periodo del cambio di stagione, infine, l'olio di nocciola  utililizzato al meglio come condimento sulla carne cruda.

Il "Molino" di Borgo San Dalmazzo di Gabriele Cordero produttori e confezionatori di polenta taragna istantanea con grano saraceno e farina di mais, pasta multi legumi, pasta lenticchie rosse, pasta mais e riso, riso carnaroli e riso venere, zuppe di legumi, panettoni con farina di mais al marron glacé  e al cioccolato.

I "Salam 'D Giors"  dell'Azienda agricola di Giorgio Bertoli di Vigone, allevatori e salumieri di carne di maiale: salumi di tradizione piemontese, sĺalame a moda veja, lardellato al coltello, galantina (un mix di testa e lingua di maiale),  cotechini, sanguinacci ai porri e cipolle, pancetta arrotolata e affumicata, lardo in salamoia con erbe e cannella. Tutti i prodotti vengono realizzati con il sale naturale di Guerande in Bretagna.

 "La Stella del benessere" Azienda agricola di Olga Casanova di Cussiano di Ossana (Trento) coltivatori di stella alpina, arnica, calendula. In stand a Cuneo: piante con la stella alpina e prodotti dermo cosmetici con proprietà terapeutiche di tipo antiossidante e rigenerante. L'azienda sfrutta il principio attivo dei fiori freschi per andare a potenziare l'azione finale dei prodotti, garantendone la loro efficacia. Tra questi: la crema viso antiossidante alla stella alpina, preparata con acido ialuronico e al alto peso molecolare, che va ad agire sui tre strati dell'epidermide, e il Balsamo di Monte, caratteristico di montagna con estratto di stella alpina, mentolo, menta, eucalipto, pino mugo.

Il birrificio "San Michele" di Bruno Gentile a Sant'Ambrogio in Val di Susa. Birra artigianale non filtrata e non pastorizzata. In fiera ha fatto degustare birre particolari e molto amabili, tra queste: birra corposa alla castagna da degustare al meglio con carne e selvaggina, l'ultima uscita è la birra alla canapa, birra fruttata con banana e chiodi di garofano o dolce con sentore di miele, amara piacevole, al profumo di coriandolo.

 

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium