/ Attualità

Attualità | 22 ottobre 2019, 11:44

Il Consiglio Regionale ricorda le 56 vittime del lavoro piemontesi. Allasia: "Morti inaccettabili"

"Questi eventi sono causati da circostanze che possono e devono essere evitate e richiamano alla responsabilità di tutte le parti, politiche, sociali ed imprenditoriali"

Il Consiglio Regionale ricorda le 56 vittime del lavoro piemontesi. Allasia: "Morti inaccettabili"

Si è aperto con il ricordo delle 56 vittime del lavoro del 2018 in Piemonte la seduta del Consiglio Regionale. Il 13 ottobre si è celebrata la 69esima Giornata nazionale in memoria dei caduti sul lavoro. 

Il Presidente del Consiglio Regionale Stefano Allasia ha parlato di un numero inaccettabile di incidenti “causati dal mancato rispetto di norme esistenti”, che contrasta “palesemente con i valori fondamentali della dignità ed integrità della persona umana, garantite dalla Costituzione”.

Rispetto al 2017, in Piemonte sono aumentati i morti sul lavoro. “Questi eventi – ha aggiunto Allasia  - sono causati da circostanze che possono e devono essere evitate e richiamano alla responsabilità di tutte le parti, politiche, sociali ed imprenditoriali. Il nostro pensiero va innanzitutto alle vittime e al profondo dolore dei loro familiari, cui esprimiamo una sincera vicinanza”. 

Il Presidente del Consiglio Regionale ha letto poi i nomi delle vittime del 2018 in Piemonte, con l’indicazione della data del tragico evento. “Questo deve essere un momento di richiamo forte al tema della sicurezza sul lavoro, che costituisce un indicatore importante del livello di civiltà di un Paese” ha concluso.

cinzia gatti

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium