/ Attualità

Attualità | 22 ottobre 2019, 07:43

Fu chiusa per il crollo di una parete dell'ex ospedale psichiatrico, dopo tre anni e mezzo riapre Via Ormesano a Racconigi

Una struttura di 10mila metri quadrati costruita tra il '700 e l'800 e che dal 1871 ha rappresentato l'unico "manicomio" della provincia di Cuneo. Dal 1978 si è avviato il processo di chiusura dopo la legge Basaglia. Dopo tre anni e quattro mesi giovedì 24 ottobre, alle ore 11, ci sarà la riapertura al traffico di Via Ormesano, con l’istituzione del senso unico di marcia

Fu chiusa per il crollo di una parete dell'ex ospedale psichiatrico, dopo tre anni e mezzo riapre Via Ormesano a Racconigi

Il "nodo" del Chiarugi, l'ex ospedale psichiatrico, chiamato ironicamente in paese "La fabbrica delle idee". Con la legge Basaglia la struttura ha chiuso e, così, dagli anni '80 tanti amministratori di Racconigi hanno dovuto ragionare sul futuro di questa struttura, nonostante l'edificio abbia ospitato pazienti fino alla fine degli anni '90.

Una struttura di 10mila metri quadrati costruita tra il '700 e l'800 e che dal 1871 ha rappresentato l'unico "manicomio" della provincia di Cuneo. Dal 1978 si è avviato il processo di chiusura.

Rimane in piedi un bene pubblico di proprietà della ASL CN1: il padiglione “Chiarugi” è in stato di degrado con evidenti problemi statici. Mentre si continua a discutere sulla eventuale demolizione o sulla - costosa - operazione di recupero, nel giugno 2016 è crollata una parete del Chiarugi. Le strade intorno alla struttura - via Ormesano, via Fiume e via Lobetto - vennero chiuse per motivi di sicurezza, la città di Racconigi ha continuato  di fatto ad essere tagliata in due. Con grande disagio per i residenti.

Dopo tre anni e quattro mesi giovedì 24 ottobre, alle ore 11, ci sarà la riapertura al traffico di Via Ormesano, con l’istituzione del senso unico di marcia.

"Tale decisione" - scrive l'amministrazione comunale - "giunge dopo i lavori di messa in sicurezza della porzione dell’edificio dell’ex Ospedale Psichiatrico e revoca parzialmente il divieto di accesso, sosta e transito nella Via Ormesano. Inoltre dispone la possibilità di tornare ad usufruire delle aree cortilizie che vengono utilizzate per le attività dell’Oratorio della Parrocchia di Santa Maria e San Giovanni."

"Si ringraziano i cittadini racconigesi" - continua la nota - "e soprattutto coloro che vivono nelle zone adiacenti al complesso dell’ex Ospedale, per la pazienza avuta in questi tre lunghi anni di totale chiusura della zona. La riapertura di Via Ormesano rappresenta, a nostro avviso, un momento molto importante per Racconigi, in quanto la sua totale inagibilità spezzava in due parti la nostra Città, creando notevoli disagi alla popolazione. Si porge un ringraziamento anche a tutti coloro che hanno creduto nella possibilità di una riapertura che, seppur parziale, è indubbiamente un segnale positivo, che può far sperare in un raggiungimento di una soluzione definitiva per tutto il complesso riguardante l’ex Ospedale."

"Si coglie l’occasione per rilanciare il tavolo di trattative con i vari Enti interessati" - conclude il comunicato - "volto a ricercare, senza perdersi d’animo nonostante le difficoltà siano evidenti, una soluzione che finalmente possa essere risolutiva per la nostra Città."

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium