/ Cronaca

Cronaca | 22 ottobre 2019, 15:08

Acquista una sella online, paga ma non la riceve: sempre di più i cuneesi vittime di cyber-truffe

In aumento le denunce presentate alla Polizia di Stato. Truffata anche una donna, che ha fatto acquisti per 2000 euro senza mai ricevere la merce ordinata e pagata

Acquista una sella online, paga ma non la riceve: sempre di più i cuneesi vittime di cyber-truffe

Un fenomeno in costante aumento anche in Granda quello delle truffe online. Sono sempre di più le denunce presentate alla Polizia di Stato da parte di persone che, sui più diffusi siti di compravendita in rete, trovano un articolo di interesse, lo pagano facendo un versamento su una carta PostePay e poi non lo ricevono.

L'annuncio sparisce così come il contatto. A quel numero dove è stata portata avanti la trattativa non risponde più nessuno.

E' successo di recente ad un cuneese che, sul sito Subito.it, ha comprato una sella per moto. Da 280 euro, contrattando, il venditore è sceso a 200. Affare fatto. Assolutamente no. Perché la sella, regolarmente pagata, non è mai arrivata. 

Il responsabile della truffa è stato identificato a seguito di una serie di verifiche.Si tratta di un napoletano di 47 anni, A.S., con precedenti specifici.

Indagini in corso anche a seguito di un'altra denuncia, presentata da una donna che, in diversi mesi, ha fatto cinque acquisti per 2000 euro senza mai ricevere la merce scelta e pagata. In due casi il venditore era lo stesso.

Gli ultimi dati rilevano che almeno il 18% degli utenti che acquistano online sia stato truffato. La Polizia di Stato invita a prestare la massima attenzione.

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium