/ Cronaca

Cronaca | 24 ottobre 2019, 18:03

Il cane di Renato Beitone visto e sfamato per due giorni a Galiverga, al confine tra Bagnolo Piemonte e la Val Pellice

L’animale è stato ritrovato lunedì, sulle alture di Paesana, mentre da Santa Lucia della Vardetta scendeva in località Beitoni. Comune e familiari avevano lanciato l’appello. E su Facebook una donna ha contattato i parenti dell’allevatore 65enne scomparso dal 4 settembre: “Non si lasciava avvicinare, è rimasto da noi da venerdì 11 pomeriggio a sabato 12 ottobre pomeriggio”

Lady, il cane da pastore di Renato Beitone, fotografato a Galiverga

Lady, il cane da pastore di Renato Beitone, fotografato a Galiverga

Continuano ad emergere nuovi elementi in merito al ritrovamento di Lady, il cane da pastore di cui non si avevano notizie da 47 giorni, da quel 4 settembre in cui era scomparso insieme al suo padrone, Renato Beitone, allevatore 65enne di Paesana.

L’uomo, insieme al quadrupede, era scomparso in località Santa Lucia della Vardetta, presso l’alpeggio dove si era recato a controllare la mandria di mucche. Qui è stata rinvenuta l’auto del 65enne, lo zaino, nei pressi della baita d’alpeggio trovata aperta.

Ma di Renato Beitone e di Lady nessuna traccia. I soccorritori, in 10 giorni di ricerche, non hanno individuato nemmeno un piccolo elemento che potesse ricondurre a loro. Sino a lunedì 21 ottobre, quando il cane è stato ritrovato nei pressi di borgata Beitoni, mentre scendeva lungo la strada che conduce proprio a Santa Lucia della Vardetta.

Dal momento che il cane è tornato a casa in buone condizioni fisiche, famigliari e Comune avevano subito lanciato un nuovo appello: “Chiunque abbia visto o nutrito l’animale in questi 47 giorni ci contatti, perché in base alle indicazioni fornite possiamo circoscrivere un’eventuale zona”.

Così è stato. Attraverso Facebook una donna ha contattato la famiglia del disperso, confermando (e allegando foto e video del cane) di aver nutrito l’animale “da venerdì 11 pomeriggio a sabato 12 ottobre pomeriggio”.

“Non si lasciava toccare. – scrive la donna – L’abbiamo trovata in località Galiverga, dove ci sono le cave, dalla parte di Luserna. Domenica mattina non c'era già più. Ci ringhiava e scappava appena ci avvicinavamo”.

La località Galiverga – come ci ha confermato l’assessore del Comune di Paesana Marco Ferrato – è una zona, dove si registra la presenza di cave, che ricade sul territorio del Comune di Bagnolo Piemonte. Vi si accede dalla Val Pellice, dal Comune di Rorà.

Resta comunque ancora l’interrogativo su chi abbia nutrito il cane dal 4 settembre all’11 ottobre, dato che, quando è giunto a Galiverga, l’animale era già in buone condizioni di salute. La presenza del cane su un versante che guarda alla Val Pellice riapre una serie di ipotesi su quanto possa esser successo a Beitone.

Ma, in assenza di ulteriori elementi utili, continua a rimanere difficile circoscrivere una zona in modo più preciso.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium