/ Agricoltura

Agricoltura | 04 novembre 2019, 07:30

Magliano Alfieri fa festa allo zafferano e ne porta in tavola le proprietà benefiche

Ben 230 i commensali alla 2ª edizione dell'evento dedicato alla spezia coltivata da cinque produttori delle Colline Alfieri. Il senatore Perosino: "Si tratta di un prodotto eccezionale, che richiede passione e sacrifico ma che può dare soddisfazioni ai suoi produttori"

Magliano Alfieri fa festa allo zafferano e ne porta in tavola le proprietà benefiche

Archiviata con successo la seconda edizione della "Festa dello zafferano" a Magliano Alfieri, dedicata alla storia e alla cultura della famosa spezia con le sue proprietà e suoi benefici nell'arte culinaria.

L'evento si è tenuto ieri, domenica 3 novembre, presso un salone polifunzionale gremito di persone interessate a conoscere da vicino i cinque produttori roerini di zafferano (quattro maglianesi e uno di Govone) e ascoltare i suggerimenti di Konstantin Steinmeyer, 31enne medico di Amburgo, nutrizionista specializzato in alimenti benefici e in nutrizione.

Secondo l’illustre ospite, tra le proprietà dello zafferano ci sarebbero: aumento della capacità cognitiva, favoritore del sonno, antidepressivo, aiuta a dimagrire, aiuta la digestione, attenua i dolori mestruali, fa bene al cuore e al fegato. Lo zafferano rende più intensivi i gusti e gli aromi dei cibi e si può abbinare sia ai piatti che alle bevande, compresi i digestivi. Resta comunque inteso che non bisogna eccedere nelle quantità: se si utilizzano fino a 5 gr. trasmette allegria, oltre i 10 gr. può essere dannoso alla salute. - "Nonostante le loro fatiche, ma vinti da una grande passione - dice il dott. Steinmeyer - auguro ai maglianesi di mantenere alta la produzione dello zafferano aumentando il lavoro per offrire prospettive alle future generazioni".

Dopo la presentazione da parte di Carlo Sacchetto, in rappresentanza dell'associazione Amici del Castello Alfieri, che ha coordinato il lavoro organizzativo dell'evento con le altre associazioni maglianesi, si sono succeduti i discorsi del primo cittadino di Magliano Alfieri e del senatore Marco Perosino.

"Ringrazio i giornalisti per il rilievo mediatico che hanno saputo dare a questo evento così importante per noi, il primo realizzato in provincia di Cuneo - ha dichiarato Sacchetto -. I produttori locali stanno puntando molto sulla cultura dello zafferano, cercando di promuovere questa produzione locale attraverso un'associazione che sicuramente andrà a costituirsi nel tempo".

Il sindaco, Giacomina Pellerino: "Per la nostra amministrazione la festa di oggi significa fare cultura sul territorio. Un'attività che sensibilizza le persone alla bellezza del territorio e promuove i prodotti locali. Tra questi abbiamo lo zafferano di Magliano Alfieri, che si inserisce perfettamente e promuove il lavoro dei coltivatori e delle piccole imprese. Questa spezia risulta essere una vera eccellenza di qualità, infatti ad analisi, è alto il suo principio attivo (safranale) che allo zafferano dà il particolare aroma. Intendiamo continuare a proporre questo evento inserendo tavoli di lavoro sulla specificità dello zafferano attraverso esperti del settore".

Il senatore Marco Perosino: "Si tratta di un prodotto eccezionale, che richiede passione e sacrifico, ma può dare soddisfazioni. Io credo che possa diventare un business importante raggiungendo un minimo di produzione e di aziende. Giustamente Magliano Alfieri promuove il prodotto per queste finalità e nel medio periodo sarà premiato. Sono venuto qui oggi per l'amicizia che mi lega all'amministrazione comunale e ai produttori, ai quali auguro successo e gratificazioni".


I CINQUE PRODUTTORI DELLO ZAFFERANO DELLE COLLINE ALFIERI

Azienda agricola Repellino di Maria Paola, 32 anni di Govone, coltivatori di nocciole, di uva, e ultimamente di zafferano, al quale hanno dedicato il progetto Sant'Isidoro (protettore e Santo dei contadini). Presentano prodotti allo zafferano realizzati in collaborazione con le realtà del territorio: a partire dallo zafferano essicato purissimo in stigmi in diverse grammature e prodotti enogastronomici allo zafferano, come il  salame, i dolci tartufi bianchi, i grissini.

Azienda agricola di Valsania Daniele, 45 anni di Magliano Alfieri, principalmente coltivatori di zafferano nei terreni adiacenti all'attività agricola. Presentano lo zafferano puro in pistilli, oppure abbinato al miele e ai biscotti in pasta frolla. Spiegano -"Lo stigma si presenta in più colori nel momento della raccolta: dal rosso scuro, arancione, giallo, bianco. La parte più tendente al colore rosso rappresenta la purezza e la qualità dello zafferano"

Azienda agricola di Rainero Fernando di Magliano Alfieri, esclusivamente coltivatori di zafferano da quattro anni in località Canapali. Presentano lo zafferano essicato puro in stigmi ed i petali del fiore essicati. Questi ultimi vengono utilizzati come guarnizioni sul riso, sulla paella, sulle torte e dolciumi e sul miele.

Azienda agricola di Carapezza Luca e famiglia, in collaborazione con l'Azienda agricola Bosticco di Magliano Alfieri. Da tre anni coltivano lo zafferano nei loro terreni maglianesi in via san Secondo. Hanno iniziato la coltivazione della spezia per curiosità e per mettersi in gioco. Per loro si tratta di un lavoro particolare ed interessante, svolto con grande attenzione e pazienza. Presentano lo zafferano essicato in pistilli a partire da 1 gr fino ai 0,2 , richiesto dai ristoratori di Langa e Roero.

Azienda agricola Wilderness di Roberto Farinasso di Magliano Alfieri. Coltivatori di zafferano presso il ciabot del Bosco Alto e in località Costa, sono produttori di zafferano essicato in stigmi in grammi 0,10 fino a 0,30, oppure zafferano in polvere su ordinazione per insaporire piatti a base di riso, pesce, carne, polenta. I coltivatori spiegano - "Dopo aver aperto il fiore, vengono estratti gli stigmi, cercando di non sfiorare la parte di colore giallo (il polline) per evitare che lo stigma ne venga contaminato. I pregi della spezia sono l'aroma e il colore"   

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium