/ Attualità

Attualità | 07 novembre 2019, 15:30

Mamme e papà, avete adeguato il seggiolino auto dei vostri bimbi alla nuova norma per i dispositivi antiabbandono?

L'obbligo è scattato da oggi, giovedì 7 novembre. Come conferma la dirigente della sezione Polizia stradale di Cuneo Sara Mancinelli: “La norma è in vigore ed è operativa a tutti gli effetti dal 7 novembre 2019. Al momento, in Provincia di Cuneo, non sono stati disposti servizi mirati”

Immagine di repertorio - Pixabay

Immagine di repertorio - Pixabay

È scattato da oggi, giovedì 7 novembre 2019, l'obbligo per i dispositivi antiabbandono sui seggiolini auto per i bambini di età inferiore ai 4 anni.

Come specificato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: “Il regolamento di attuazione dell'articolo 172 del nuovo Codice della Strada specifica che l'obbligo riguarda l'installazione a bordo dei veicoli di un dispositivo di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni. Si attiva nel caso di allontanamento del conducente e può essere integrato nel seggiolino, oppure indipendente dal sistema di ritenuta del bambino”.

Le disposizioni operative del decreto ministeriale sono in vigore dunque da oggi e, di conseguenza, dalla stessa data sono applicabili le sanzioni. Lo conferma anche la dirigente della sezione Polizia stradale di Cuneo Sara Mancinelli: “La norma è in vigore ed è operativa a tutti gli effetti dal 7 novembre 2019. Al momento, in Provincia di Cuneo, non sono stati disposti servizi mirati”.

Pertanto, a partire da oggi, chi trasporta un bambino di età inferiore a quattro anni con un seggiolino non munito di sistema antiabbandono (integrato nel seggiolino o separato) rischia:

- 81 euro di multa;
- la decurtazione di cinque punti patente;
- la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi, se viene colto a commettere la stessa infrazione più di una volta nel giro di due anni.

Per agevolare l'acquisto dei dispositivi, nel Decreto Fiscale è stato istituito un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato.

Nei prossimi giorni verrà approvato il Decreto che disciplina le modalità per l’erogazione del contributo.

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium