/ Cronaca

Cronaca | 08 novembre 2019, 19:01

Finto furto dell'auto per truffare l'assicurazione: ad Asti il processo di un 38enne braidese

I fatti risalgono al 2014, e il presunto furto avrebbe avuto luogo a Carmagnola: per l'accusa, nessun segno di forzatura sull'autovettura, rinvenuta successivamente in un garage di Genola

Il Tribunale di Asti, presso cui è incardinato il processo

Il Tribunale di Asti, presso cui è incardinato il processo

Si arricchisce di un nuovo capitolo, la vicenda giudiziaria che vede imputato F.B., 38enne braidese accusato di simulazione di reato. I fatti si riferiscono al 2014, quando l’uomo – difeso dall’avvocato albese Roberto Ponzio – aveva presentato una denuncia in cui, secondo la tesi dell’accusa, avrebbe falsamente dichiarato il furto della propria autovettura, avvenuto a suo dire a Carmagnola. I primi sospetti erano sorti all’assicurazione, perché prima dei fatti era stata stipulata una polizza contro il furto per un valore maggiore rispetto a quello reale.

L’avvio del processo – dopo il rinvio a giudizio disposto dal dottor Luciano Tarditi – risale al maggio di quest’anno, giudice la dottoressa Cristina Giordano, presso il Tribunale di Asti. Nell’udienza di questa mattina, sono stati sentiti due testi: il primo, H.A., ex convivente di D.M. (proprietaria dell’alloggio di Genola presso il cui garage l’autovettura era stata ritrovata), che ha confermato di aver convissuto con la donna, senza però aver mai saputo nulla circa l’autovettura, negando inoltre di aver mai visto prima l’imputato.

Il secondo, T.G., che ha coordinato le indagini della Polizia Giudiziaria di Cuneo, secondo cui – effettuati i dovuti accertamenti sull’autoveicolo – la Volkswagen Golf rinvenuta non presentava alcun segno di forzatura, né sulle portiere né sul nottolino di accensione: da qui i sospetti degli inquirenti, la cui ipotesi è che fosse stata usata una regolare chiave di accensione.

Altri due testi verranno sentiti nella prossima udienza, fissata per il 21 febbraio prossimo alle ore 10: in quest’occasione dovrebbe dunque essere completata l’istruttoria e fissata la discussione che metterà fine alla causa.

P.R.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium