/ Eventi

Eventi | 08 novembre 2019, 10:18

"Itinerari del Sacro" 2019: un progetto per scoprire i più bei luoghi sacri del cuneese

ll progetto "Itinerari del Sacro" intende promuovere e valorizzare il patrimonio di arte sacra della Provincia

"Itinerari del Sacro" 2019: un progetto per scoprire i più bei luoghi sacri del cuneese

Itinerari del Sacro è un’iniziativa nata nel 2008 dalla collaborazione delle cinque diocesi della Provincia di Cuneo, coordinate, sin dall’esordio, dalla Fondazione San Michele. Nel 2019 la Fondazione Opere Diocesane Cuneesi ha raccolto questa eredità diventando capofila del progetto, in collaborazione con l’Associazione Volontari per l’Arte e le diocesi della provincia e continuando nell’azione di coordinamento di un sistema, attivo ormai da 12 anni, nato con la finalità di attuare iniziative nel campo dei Beni Culturali Ecclesiastici.

ll progetto Itinerari del Sacro intende promuovere e valorizzare il patrimonio di arte sacra della Provincia con la consapevolezza di quanto sia importante trasmettere la ricchezza di significati che esso esprime attraverso la mediazione di chi ne conosce a fondo la storia.

Il secondo percorso di visita guidata

Dopo il successo riscontrato in occasione del primo itinerario, che si è tenuto il 19 ottobre scorso e che ha interessato le importanti azioni di restauro portate avanti nel territorio della diocesi di Saluzzo, per il 16 novembre è previsto il secondo appuntamento. Questo itinerario sarà dedicato allo stretto legame tra l’arte e la devozione, con particolare sguardo alla figura di San Teobaldo Roggeri. Il culto di San Teobaldo è riconosciuto sin dal 1841 e la devozione per questo santo, patrono di cibattini, facchini e mendicanti ha il suo centro a Vicoforte, vicino a Mondovì, dove nacque verso il 1100 e ad Alba, dove trascorse la maggior parte della sua vita e nel cui Duomo sono custodite le sue spoglie.

L’itinerario prenderà avvio dal museo diocesano di Alba che conserva il prezioso Rotulo in pergamena compilato a partire dal XIV secolo che narra le vicende biografiche di San Teobaldo, per poi proseguire con la visita della cappella di San Teobaldo nella cattedrale e con la Chiesa di San Domenico. La seconda tappa sarà infine Castelletto Stura dove, nella cappella di San Bernardo, sono conservati spledidi affreschi attribuiti al pittore monregalese Giovanni Mazzucco.

Per il programma completo e informazioni: www.museodiocesanocuneo.it

C.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium