/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2019, 09:50

La prima neve della stagione manda in emergenza Langhe e Roero: Vezza, Corneliano, Monticello e Trezzo Tinella senza corrente elettrica da questa notte

Situazione difficile in diversi comuni a causa della caduta di alberi e rami, che hanno ostruito le strade e mandato in tilt la rete dell’energia elettrica. Nel centro roerino protezione civile in azione da questa notte, mentre si attende l'intervento dei tecnici Enel

Trezzo Tinella

Trezzo Tinella

La prima neve della stagione scesa sulla Granda ha comportato diverse emergenze sulle colline di Langhe e Roero, a causa soprattutto della caduta di alberi e rami, che ancora in foglia si sono spesso piegati sotto il peso del comunque sottile manto bianco caduto dalla serata di ieri e per parte della notte.

E’ così bastata una decina di centimetri di neve per ostruire le strade, intralciate dai rami caduti al suolo, e mandare in tilt la rete dell’energia elettrica.

E’ il caso ad esempio di Vezza d’Alba, dove il capoluogo è senza corrente elettrica dall’una di questa notte, come spiega il sindaco Carla Bonino, che dalle 4 di stamattina sta seguendo la situazione insieme ai volontari della Protezione civile, impegnati a rimuovere gli alberi e tagliare i rami che in diverse zone hanno ostruito le strade impedendo il passaggio di due spazzaneve al servizio del Comune.  

"Ci sono tronchi in mezzo alla strada – ci spiega il primo cittadino – sulla Provinciale che da Canale porta al capoluogo, in via Alessandro Roero, bloccata da un camion e in via Rebocco, sotto al cimitero, e stiamo valutando di chiudere la strada che da frazione Sanche porta a Valmaggiore. Il problema più grave al momento resta quello dell’energia elettrica, che nel capoluogo manca ormai da oltre 8 ore, sempre a causa di linee tranciate dalla caduta di alberi. Aspettiamo l’intervento delle squadre dell’Enel, da dove ci spiegano però che hanno 35mila richieste come la nostra e che stanno a loro volta cercando squadre aggiuntive con le quali sopperire a questa vera e propria emergenza. Le scuole sono aperte e riscaldate, e stamattina il pulmino ha potuto circolare regolarmente, ma nella villa, dove tra l’altro c’è la casa di riposo, la situazione è difficile".

"ORDINANZE TROPPO SPESSO NON RISPETTATE"

Il sindaco di Vezza d'Alba se la prende anche con la negligenza di alcuni privati.
"In qualche modo eravamo 'preparati', purtroppo, perché già l’anno scorso accusammo disagi simili. E' inutile che il Comune faccia le ordinanze e lanci appelli sui social e tramite affissioni, chiedendo ai cittadini di intervenire col taglio di siepi e alberate, se poi troppi privati fanno finta di nulla e non vi ottemperano, per il danno dell’intera comunità. Ora probabilmente saremo costretti a chiamare ditte private che risolvano la situazione creatasi sulle nostre strade. Vedremo quali provvedimenti prendere nei confronti di chi non ha rispettato quelle prescrizioni".

 

CORNELIANO, ANCHE LE SCUOLE
TRA LE NUMEROSE UTENZE DEL CENTRO
SENZA CORRENTE ELETTRICA E RISCALDAMENTO

Situazione problematica anche a Corneliano, dove la corrente elettrica manca in parte del centro storico, in una singolare situazione a macchia di leopardo. Nella centrale piazza Cottolengo, ad esempio, alcune utente sono collegate e altre no, a seconda probabilmente della cabina dalla quale dipendono.
"Siamo in contatto con l’Enel da questa notte – spiega il sindaco Alessandra Balboma ancora attendiamo la risoluzione del problema. Ci avevano spiegato che contavano di ripristinare la normale situazione entro le 10 di questa mattina, ma pare che il guasto sia più grave del previsto".
Succede così che in municipio luce e riscaldamento ci siano, mentre mancano alle scuole, che sono comunque rimaste aperte per evitare ulteriori disagi alle famiglie.

 

SENZA LUCE ANCHE MONTICELLO D’ALBA

Anche buona parte dell’abitato di Monticello d’Alba è al momento privo corrente elettrica, proprio a causa delle problematiche che hanno interessato gli elettrodotti che arrivano dalla zona di Vezza. "Siamo anche noi in attesa della soluzione – spiega il sindaco Silvio Artusio Comba –. In paese sono diversi gli alberi caduti che hanno creato problematiche sulle strade, ma sono stati già rimossi dalla nostra Protezione civile".


BAROLO, TIR BLOCCATO PER ORE SULLA STRADA PER VERGNE

Problematica alberi sentita anche a Barolo, come conferma al nostro giornale il primo cittadino Renata Bianco. Nel centro vinicolo un Tir è rimasto bloccato per tutta la notte poco dopo il castello della Volta, sulla provinciale che porta in frazione Vergne. Solo questa mattina è stato possibile rimuovere il mezzo pesante.
 

NEIVE, PROBLEMI SULLE LINEE ELETTRICHE E TELEFONICHE

Danni alla viabilità anche a Neive, "causati dalle molte piante cadute a causa della neve", ci informa il sindaco Annalisa Ghella. Un palo della luce è caduto e una zona collinare del paese (le frazioni dei Bordini e Ballauri) è attualmente senza energia elettrica. Problemi anche con le reti Internet e telefonia.

 

TREZZO TINELLA, 60% DEL PAESE AL BUIO DA 12 ORE

C’è anche il piccolo centro langarolo di Trezzo Tinella tra quanti lamentano problemi sulla rete dell’energia elettrica. "Siamo senza corrente sul 60% del territorio comunale ormai da 12 ore – spiega il sindaco Alberto Cerrino –. Le strade sono invece tutte percorribili grazie al pronto intervento della ditta incaricata e della Protezione civile, che si sono adoperate per la rimozione delle numerose piante cadute".

 

CHERASCO, MEZZI IN AZIONE SULLE STRADE

Al momento non si registrano zone interessate da black out sul vasto territorio di Cherasco, che non fa invece eccezione riguardo alla generalizzata problematica riguardante alberi e rami caduti sulle strade. "Stiamo intervenendo con mezzi attrezzati sulle situazioni più problematiche", spiega il sindaco Carlo Davico.

[ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium