/ Attualità

Attualità | 15 novembre 2019, 10:15

Nada al Laboratorio di Resistenza Permanente Fondazione Mirafiore di Serralunga d'Alba

Sabato 16 novembre, alle 18.30, presenta il racconto della sua vita "“Materiale domestico - appunti per un'autobiografia" per festeggiare i 50 anni di carriera

Nada nella foto di Claudia Pajewski

Nada nella foto di Claudia Pajewski

Proseguono gli appuntamenti della nuova stagione del Laboratorio di Resistenza Permanente della Fondazione Mirafiore.  

Sabato 16 novembre, alle 18.30, la Fondazione ospiterà Nada che, per celebrare 50 anni di carriera e festeggiare il suo compleanno, sarà protagonista di un incontro intitolato “Materiale domestico: appunti per un'autobiografia".  

“Ho sempre cantato, ora lo so. Buona parte della mia vita è ruotata intorno alla mia voce. Così oggi dovrei celebrare i miei cinquant’anni di voce, cinquant’anni che sono stati di duro lavoro, di impegno e di ricerca, ma anche soddisfacenti e divertenti. A dir la verità celebrare non è il genere di cose che mi appassiona, e poi si celebra qualcosa di compiuto, e io ho ancora molto da fare. Tutti hanno bisogno di immaginarti, di fermarti da qualche parte, e io non mi fermo. Questo mezzo secolo che mi ha attraversata non mi condiziona, non ho mai avuto la percezione del tempo, non lo sento e non mi sento".                                                                                                                                                                                  Così comincia “Materiale domestico”, l’autobiografia di Nada uscita con Edizione Atlantide, alla quale è abbinato un doppio vinile dallo stesso titolo pubblicato da Woodworm.

Nada la racconterà, tra parole e musica, in Fondazione. 1969-2019 fanno 50 anni tondi di carriera: 50 anni di canzoni e di voce per un’artista che è di certo la più originale e coraggiosa della scena musicale contemporanea italiana. A cominciare dal nome, strano, insolito, che scelse per lei la madre quando una zingara che si chiamava - appunto - Nada, le predisse leggendole la mano che avrebbe avuto una figlia e che questa avrebbe viaggiato e avuto molto successo. 

Da “Che freddo fa” con la quale debuttò al Festival di Sanremo 1969, scoperta da Franco Migliacci, fino all’ultimo album “È un momento difficile, tesoro” che è stato realizzato in Inghilterra con la produzione prestigiosa di John Parish; dalla cantante pop, regina delle classifiche, alla cantautrice alternativa, rocker per attitudine e sentimento.

Una vita meravigliosa e intensa, una vita che verrebbe dire segnata dal sentimento di “foreveryoung”, una vita che non si è mai crogiolata sugli allori del passato, che al contrario non è mai paga.

Così Nada, a 66 anni, resta una ragazza dal cuore puro, i capelli rossi, la voce roca e intonatissima e il sorriso sempre aperto.  

Gli incontri della Fondazione sono gratuiti e per partecipare occorre prenotarsi tramite sito www.fondazionemirafiore.it

Inoltre, è possibile seguire le lezioni anche da casa in streaming tramite il sito.  

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium