/ Attualità

Attualità | 17 novembre 2019, 20:03

6000 borracce da Fondazione e Cassa di Risparmio di Fossano per “risparmiare” l’ambiente

In omaggio ai bambini delle scuole primarie e medie in occasione della “Giornata Mondiale del Risparmio”

6000 borracce da Fondazione e Cassa di Risparmio di Fossano per “risparmiare” l’ambiente

Un’idea diversa dal solito quella di Fondazione e Cassa di Risparmio di Fossano in occasione della Giornata Mondiale del Risparmio, istituita dall’ACRI nel 1925.

Invece del tradizionale materiale didattico, infatti, quest’anno i bambini delle scuole primarie di Fossano, Genola, Cervere, Centallo, Roata Chiusani, Sant’Albano Stura, Salmour, Trinità, Roata Rossi, Passatore, San Benigno, Villastellone, Poirino, Trofarello e Busca e gli studenti delle scuole medie di Fossano, Genola, Cervere, dell’Istituto Comprensivo di Centallo – Villafalletto e di Bene Vagienna riceveranno una borraccia in alluminio per il consumo di acqua del rubinetto.

“La Cassa di risparmio è sempre stata impegnata nella valorizzazione del risparmio, specialmente per i giovani. Quest’anno, sull’onda del movimento ambientale giovanile, abbiamo pensato di promuovere il consumo della cosiddetta acqua del sindaco che, a Fossano, ha un livello eccellente e viene monitorata molto frequentemente – ha detto il presidente della CRF Antonio Miglio -. Abbiamo accolto con piacere l’idea di Mario Sarvia e abbiamo etichettato la borraccia con un invito al consumo di acqua pubblica”.

Oltre alle 3000 borracce per le scuole elementari e 1400 per le scuole medie, ne sono state realizzate altre 2600 per i clienti che, in occasione del Natale, ne faranno richiesta.

Il progetto è nato in collaborazione tra Fondazione, Banca e Condotta Slow Food di Fossano: “Abbiamo accolto con piacere questa iniziativa perché contribuisce a ridurre il consumo di plastica. È una nuova occasione di collaborare dopo il progetto delle Slow Bag” ha spiegato il fiduciario della condotta di Fossano Marco Barberis.

“L’ambiente è un tema che mi è particolarmente caro, me ne occupo dal 1972 con la tesi di laurea. Ho cercato negli archivi e la prima occasione di collaborazione con Slow Food risale al 2009 con un progetto per la raccolta differenziata. Ognuno di noi può contribuire a cambiare il mondo con il proprio comportamento, agendo per il miglioramento. Come istituzione per le scuole facciamo molto: non è una pioggia di denaro, ma una pioggia di iniziative fatte insieme alle scuole stesse” ha concluso il presidente della Fondazione CRF Gianfranco Mondino.

La distribuzione delle borracce nelle scuole partirà nei prossimi giorni e si concluderà nell’arco di qualche settimana.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium