/ Eventi

Eventi | 19 novembre 2019, 16:27

Saluzzo “ Un grazioso via vai” in scena al teatro Don Bosco

Sabato 23 novembre, la Compagnia di “ J’amis del borgh” di Moncalieri in scena a Saluzzo, con la commedia brillante in piemontese. E' il terzo spettacolo della rassegna. Consigliata la prenotazione

“J’amis del borgh!  Compagnia teatrale di Moncalieri

“J’amis del borgh! Compagnia teatrale di Moncalieri

 

Sabato 23 novembre alle 21, il cartellone continua con il terzo spettacolo della Rassegna Teatrale  al “Don Bosco” sul palcoscenico omonimo dell’oratorio di  via Donaudi.

"Un grazioso via vai” è il titolo della commedia brillante in due atti, in piemontese, scritta e diretta da Marco Tassara con l'adattamento di Guglielmo Casagrande.

In scena per la prima  volta a Saluzzo la compagnia "J’amis del borgh” di Moncalieri, a cui la Nuova Compagnia del teatro Don  Bosco con "I mach fina li "   restituirà la visita in palcoscenico, sabato 11 gennaio.

Entrata ad offerta  libera ed è consigliata la prenotazione al numero 3240431347 nelle ore pasti di giovedì, venerdì e sabato.

L’azione parte da un dato di fatto: quale situazione migliore di quella che consente di essere mantenuti da uno zio facoltoso, il quale crede di avere un nipote felicemente sposato in attesa di prole. Ma la realtà è tutt’altra cosa. Non è facile gestire una situazione affettiva con troppe fidanzate che vanno e vengono per casa con il coordinamento di una segretaria.

 

Tutto fila liscio fino a quando lo zio decide di fare una visita a casa del nipote per conoscere sua moglie e futura mamma. Come se non bastasse, un amico impacciato nonché pasticcione con le donne e una vicina di casa attempata, contribuiscono a creare una serie di equivoci e situazioni alle quali è sempre più difficile porre rimedio.

Come si usa  dire: “chi troppo vuole nulla stringe…” ma “non tutto il male viene per nuocere!”.

Allegria e divertimento, promette la commedia al pubblico saluzzese che come gli altri lavori della compagnia teatrale di Moncalieri vuole  portare buonumore mantenendo viva la lingua piemontese.

 

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium