/ Curiosità

Curiosità | 19 novembre 2019, 10:01

"Tre uomini e una Panda": tre giovani piloti amatoriali dalla Granda alla Maroc Challange

Sono Gabriele, Fabrizio e Lorenzo, due infermieri e un educatore professionale, tutti di 26 anni... la stessa età della loro Panda 4x4!

La Panda 4x4 comprata dai ragazzi ad agosto

La Panda 4x4 comprata dai ragazzi ad agosto

Sono tutti e tre del 1993 e hanno deciso di affrontare la loro avventura con una Fiat Panda 4x4 dello stesso anno comprata lo scorso agosto: stiamo parlando di Gabriele, Fabrizio e Lorenzo, tre 26enni - di Peveragno il primo e di Busca gli altri due - che tra una decina di giorni parteciperanno alla Maroc Challenge invernale.

Gabriele ha frequentato le magistrali e l'università di Infermieristica a Cuneo, e attualmente lavora al BIOS di Mondovì in qualità di infermiere per la medicina del lavoro e sportiva. Fabrizio a Cuneo ha superato il Liceo scientifico "G.Peano" e ora lavora come educatore professionale per la cooperativa Il Punto. Anche Lorenzo ha frequentato il Liceo scientifico cuneese e attualmente è infermiere a Torino.

Si tratta di una gara offroad, low cost e no profit, che si terrà in Marocco: 9 giorni e 2mila chilometri di trail nel deserto del Sahara dedicati sia ai piloti amatoriali che a quelli professionisti... a patto che si trovino alla guida di veicoli 4x4 o 4x2.

"Ci conosciamo da tempo e siamo grandi amici - racconta Gabriele, che qualche giorno fa ha scritto al nostro giornale - ; la scorsa estate eravamo alla ricerca di una vacanza last minute e ci siamo imbattuti nel sito della Maroc Challenge Invernale, esperienza che ci ha subito catturato".

"La principale motivazione che ci ha spinto è stata sicuramente quella di mettersi in gioco: non siamo mai stati in Marocco e non abbiamo mai partecipato ad un raid nel deserto, ma siamo aperti alle nuove culture e non vediamo l'ora di goderci i paesaggi, il cibo e l'ospitalità del luogo. Abbiamo già passato diversi weekend a perfezionare il nostro veicolo con rialzi, portapacchi, ruote tassellate, decalcomanie, colorazione".

"Le difficoltà sicuramente saranno molteplici: l'inesperienza nell'offroad e rispetto al territorio marocchino, il clima e l'escursione termica tra mattino e notte dato che per alcune tappe dormiremo in tenda - conclude Gabriele - . E poi il veicolo, poiché le nostre conoscenze in termini di motore e riparazione sono molto scarse... anche se ci stiamo lavorando!"

I tre giovani piloti hanno anche aperto un profilo instagram dedicato alla loro esperienza che ha già raccolto oltre 1700 followers, dal titolo citazionista ma assolutamente azzeccato: "3 uomini e una panda".

simone giraudi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium