/ Politica

Politica | 20 novembre 2019, 15:11

3.817 sardine a Cuneo in meno di 24 ore: “Ci piacerebbe fare un flash mob a Cuneo sull'onda della manifestazione di Bologna”

Gli amministratori del gruppo facebook hanno facce e nomi: Simone Borio, Alessandro Dogliani, Matteo Manescotto, Alessandro Cerrato e Isabella Maiorana. Stasera si incontreranno per organizzare la manifestazione. "Siamo un gruppo apartitico e senza bandiere. Porteremo in piazza solo le sardine per far sapere che anche a Cuneo c'è chi non si lega”

3.817 sardine a Cuneo in meno di 24 ore: “Ci piacerebbe fare un flash mob a Cuneo sull'onda della manifestazione di Bologna”

Il gruppo è nato ieri, martedì 19 novembre, all'ora di pranzo. Anzi, a dire la verità ne sono nati due, uno creato da Simone Borio, cuneese di 28 anni. E uno creato da Alessandro Dogliani, 34 anni di Peveragno. Poi si sono uniti perché le idee erano le stesse. E nel giro di appena 24 ore ha raggiunto 3.817 iscritti. È il gruppo pubblico “Sardine Cuneo”, nato sull'onda delle 6000 sardine emiliane.

Gli amministratori hanno facce e nomi: oltre a Simone Borio e Alessandro Dogliani ci sono Matteo Manescotto, Alessandro Cerrato e Isabella Maiorana

Due semplici regole per accedere al gruppo: “Si può trattare qualsiasi argomento attinente al gruppo con educazione e cortesia lo scambio di opinioni anche divergenti è ben accetto.
Non si accettano insulti, troll, profili falsi e spam pena l'allontanamento forzato dal gruppo”.

“Non abbiamo né colori né bandiere – spiega Alessandro Dogliani -. Vogliamo seguire l'esempio di Bologna. Senza conoscerci, Simone Borio ed io abbiamo avuto l'idea dicreare questa pagina. Ci siamo subito messi in contatto e abbiamo fuso il gruppo. Ora siamo in cinque a coordinare la pagina. Un successo inaspettato il numero degli iscritti: un riscontro così forte non ce lo aspettavamo”.

L'idea è quella di organizzare anche a Cuneo un Flash Mob come quello di Bologna. “Vogliamo fare le cose per bene, senza improvvisarci, con tutti i permessi necessari”, spiega Simone Borio.

Infatti è già nato un evento non autorizzato, da cui il gruppo ufficiale si dissocia. Era stato organizzato da una pagina facebook nominata “Sardine” per il 30 novembre. Girava in queste ore sui social ma è già stato rimosso.

Questa sera i cinque amministratori si incontreranno per organizzare il Flash Mob. Lo hanno anche comunicato anche sulla pagina facebook: “Allora stasera gli organizzatori si incontreranno per decidere il dove, il come e il quando del FLASH MOB. Quindi per ora vi invitiamo a non creare eventuali eventi etc. Per ora continuate a seguire questo gruppo, a invitare gente e a tenerlo vivo. Sì, siamo il gruppo ufficiale e abbiamo già preso contatto con gli altri e con quello originale di Bologna”.

“Noi ci mettiamo la faccia con regole ben precise – conclude Borio -. Sono le stesse regole delle sardine di Bologna. Siamo un gruppo apartitico e senza bandiere. Porteremo in piazza solo le sardine per far sapere che anche a Cuneo c'è chi non si lega”.

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium