/ Attualità

Attualità | 21 novembre 2019, 14:12

A Ezio Bosso il Premio Gratitudine della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra

Il musicista, compositore e direttore d’orchestra riceverà la 4ª edizione del riconoscimento il prossimo 13 dicembre al Politeama di Bra, in una serata aperta al pubblico fino a esaurimento posti. Nelle precedenti edizioni furono premiati il notaio Toppino, il professor Salizzoni e gli studenti del Liceo Cocito di Alba

A Ezio Bosso il Premio Gratitudine della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra

Venerdì 13 dicembre, alle ore 18 presso il Teatro Politeama Boglione di Bra verrà assegnata la 4ª  edizione del "Premio Gratitudine", promosso dalla Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus.

Il Premio Gratitudine 2019 sarà consegnato al noto musicista, compositore e direttore d’orchestra Ezio Bosso, direttore stabile e artistico della Europe Philharmonic Orchestra, “per aver fatto della musica un rivoluzionario strumento terapeutico, avvicinando il pubblico alla bellezza e all’armonia”.

Il riconoscimento sarà una scultura stilizzata della parola "Thank You" realizzata da Gufram, azienda leader del design italiano dal 1966.

Una serata all’insegna della condivisione del valore della musica quale terapia e supporto nelle cure. Momento di dialogo con l’artista, aperto al pubblico - su prenotazione fino a esaurimento posti (sul sito www.fondazioneospedalealbabra.it a partire dal 25 novembre) - che coinvolgerà numerosi volontari ospedalieri e operatori sanitari appassionati e “donatori” di musica negli attuali ospedali di Alba e Bra.   

Alla cerimonia saranno presenti i vertici della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra, la Direzione Generale dell’Asl Cn2 Alba-Bra, i sindaci di Bra, Giovanni Fogliato, e di Alba, Carlo Bo, il presidente della Conferenza dei Sindaci dell’Asl Mauro Noé e altre autorità del territorio.

 

LE PRECEDENTI EDIZIONI

L’anno scorso, 2018, il premio della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus venne assegnato al notaio Vincenzo Toppino, vicino alla causa della struttura di Verduno con una donazione da ben 5 milioni di euro (leggi qui). Questa la motivazione: “Per l’alto valore filantropico del suo generoso gesto a beneficio del bene pubblico e per aver contribuito all’eccellenza del Nuovo Ospedale attraverso la Fondazione”.

Nel 2017 il riconoscimento andò invece al professor Mauro Salizzoni, allora direttore del Dipartimento Trapianti della Città della Salute e della Scienza di Torino, "per aver fatto di un lavoro una missione di vita, andando oltre il dovere di medico con dedizione e abnegazione, svolgendo la sua attività professionale al servizio del bene pubblico".

La prima edizione premiò invece gli studenti del Liceo Scientifico Cocito, protagonisti della commovente gara di solidarietà in favore di Andrea Conticelli, studente dell’istituto albese, poi mancato nell’agosto 2017, affetto da una grave forma di leucemia.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium