/ Attualità

Attualità | 24 novembre 2019, 08:34

Si preannuncia intenso il Consiglio Comunale a Fossano di domani, lunedì 25 novembre

Si parlerà, tra le altre cose, di un ordine del giorno per ottenere maggiore attenzione per la provincia di Cuneo da parte del governo nazionale

Si preannuncia intenso il Consiglio Comunale a Fossano di domani, lunedì 25 novembre

Si preannuncia intenso il consiglio comunale di domani, lunedì 25 novembre, convocato in Sala Rossa alle ore 18.

Si partirà con l’interrogazione presentata dai consiglieri Rosita Serra, Vincenzo Paglialonga, Paolo Cortese e Francesca Crosetti che riguarda piazza Castello, interrogazione a risposta scritta di cui si darà riscontro anche in consiglio lunedì.

Saranno discusse due interrogazioni presentate dal consigliere Enzo Brizio. Il consigliere Brizio della lista Centolampadine, solleverà il tema dell’Hospice. Da mesi, infatti, l’ASL ha affermato che gli 11 posti mancanti a livello provinciali saranno ospitati dal nosocomio fossanese. Lo scopo dell’interrogazione è conoscere lo stato dell’arte del progetto. La seconda interrogazione riguarda invece gli impianti sportivi. A Fossano, infatti, esistono moltissime realtà sportive che si contendono talvolta gli spazi. Brizio, dunque, interroga l’amministrazione e l’assessore competente, Donatella Rattalino, “per conoscere quali siano le iniziative che si intendano adottare per favorire la possibilità di pratiche sportive, e in particolare del calcio, a tutti i giovani interessati, senza privilegi o prelazioni. Chiede inoltre il motivo per cui lo stadio comunale venga di fatto monopolizzato da un’unica società sportiva”.

Anche le liste civiche Fossano Cresce e Insieme per Fossano e il Partito Democratico persentano a loro volta due interrogazioni. La prima sul trasferimento del Festival Mirabilia da Fossano a Busca e Cuneo e la seconda riguardo a Medici Insieme.

In merito al Festival di Arti Performative l’interrogazione mira a conoscere: “in base a quali motivazioni, e dopo quale tipo di confronto col territorio, si sia ritenuto di lasciare che la manifestazione prendesse indirizzo in altre città”.

Per quanto riguarda Medici Insieme, invece, il riferimento è all’annuncio fatto dalla cooperativa Medingranda di chiudere il servizio ambulatoriale di infermeria a partire dal 31/12. Il gruppo di minoranza vuole dunque sapere: “quale azione politica intenda porre in essere per scongiurare evoluzioni che potrebbero andare a forte discapito della città”.

Sarà poi discussa una mozione dei consiglieri della maggioranza Giorgio Maria Bergesio, Matteo Martina, Cristian Molineris, Adriano Testa, Luca Avena, Sonia Linzas, Rosanna Oliosi, Massimo Bruno e Tiziana Airaldi per l’approvazione dell’Autonomia del Piemonte.

Nella mozione si fa riferimento a quanto previsto dall’articolo 119 della Costituzione in materia di autonomia finanziaria e chiede all’amministrazione comunale di: “richiedere che la Regione Piemonte, in conformità a quanto avvenuto in Lombardia e in Veneto, avvii, il più presto possibile, il processo di attuazione del Titolo V della Costituzione al fine di dotarsi di più ampie capacità di intervento legislativo e programmatico, in un quadro volto ad eliminare l’incertezza e la sovrapposizione delle competenze, al fine di ridistribuire, in base al principio di sussidiarietà, funzioni, attribuzioni e competenze ai diversi livelli di governo territoriale, con l’organico trasferimento delle funzioni amministrative ai Comuni, singoli o associati, alla Città Metropolitana, alle Province e alla Regione; a sottoscrivere con la Regione Piemonte, anche per tramite delle proprie associazioni nazionali rappresentative un protocollo per un’azione condivisa volta a riconoscere ai Comuni un ruolo strategico nel percorso di autonomia; a trasmettere la mozione al Presidente della Giunta Regionale e al Presidente del Consiglio Regionale del Piemonte, poiché il Comune di Fossano riconosce e valorizza l’importanza degli enti locali e delle relative autonomie”.

Ultimo argomento della prima fase di lavori sarà quello dell’Ordine del Giorno proposto dalla consigliera Rosita Serra in merito al “Supporto alla Provincia per l’equa ripartizione dei fondi assegnate” che segue la presa di consapevolezza del fatto che la provincia di Cuneo sia un po’ una Cenerentola rispetto a molte altre province italiane per quanto riguarda i fondi a sostegno dei diversi capitoli di intervento.

Nella seconda parte del consiglio si parlerà di bilancio, di commissioni consiliari permanenti, del budget dell’Azienda Speciale Multiservizi e dei controversi regolamenti della Consulta Giovani e Pari Opportunità che verranno proposte in una veste nuova rispetto agli scorsi cinque anni trasformandosi da elettive a composte da rappresentanti nominati.

Agata Pagani

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium