/ Attualità

Attualità | 28 novembre 2019, 09:08

Ormea: "Tre blocchi di roccia da 80 quintali ciascuno minacciano la carreggiata sottostante"

Il sindaco, Giorgio Ferraris: "La situazione delle Rocche delle Vallette è ancora precaria e pericolosa, strada del Ceresè rimane chiusa per il concreto rischio di caduta massi. Oggi il sopralluogo del servizio tecnico e geologico della Regione per trovare una soluzione". Possibile l'utilizzo di mine per frantumarle

Ormea: "Tre blocchi di roccia da 80 quintali ciascuno minacciano la carreggiata sottostante"

Tre blocchi di roccia da 80 quintali ciascuno minacciano la via sottostante: succede a Ormea, in alta val Tanaro, appena sopra strada del Ceresè, nell'area delle cosiddette Rocche delle Vallette.

La carreggiata è chiusa al transito da giorni, in quanto vi è tuttora un rischio incombente di caduta del materiale, come spiega il sindaco, Giorgio Ferraris"Qualora essa si verificasse, dovrebbe teoricamente fermarsi all'altezza della trincea da noi scavata, terminando la propria corsa contro le reti di protezione installate. Tuttavia, non ne abbiamo la matematica certezza. Purtroppo si tratta di rocce difficili da smuovere e il provvedimento che abbiamo adottato è teso a salvaguardare l'incolumità pubblica".

In strada del Ceresè sorgono un bar e un'azienda agricola che possiede all'incirca 60 capi di bestiame: inutile sottolineare il grave disagio che stanno vivendo in queste ore. "Ne siamo consapevoli e ci dispiace moltissimo - asserisce Ferraris -, ma la priorità deve essere riservata alla sicurezza e alla vita delle persone. Comunque ci siamo già attivati su più fronti per addivenire a una svolta definitiva".

Sul posto hanno già effettuato un sopralluogo i geologi dell'Arpa e alcune ditte private, mentre quest'oggi il servizio tecnico e geologico della Regione Piemonte analizzerà la questione dal vivo per poi decidere il da farsi.

Fino a questo momento non sono emerse soluzioni che forniscano la certezza di risolvere il problema. Pare, infatti, che le rocce siano ben ancorate al terreno: "Fra le opzioni vagliate - chiosa il primo cittadino di Ormea - vi è anche quella di frantumarle con l'ausilio delle mine. Resta però da verificarne la fattibilità".

Previsti aggiornamenti e sviluppi nelle prossime ore.

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium