/ Attualità

Attualità | 02 dicembre 2019, 20:30

Sommariva Perno, l’organo della parrocchiale torna a suonare dopo due anni

Un concerto di Gabriele Studer inaugurerà il rinnovato strumento dopo l’impegnativo restauro promosso dal parroco don Gianni Pavese e affidato alla ditta Vegezzi-Brondino di Centallo, erede di chi lo installò nel 1889

Sommariva Perno, l’organo della parrocchiale torna a suonare dopo due anni

Sarà il maestro Gabriele Studer, organista albese di fama nazionale e europea, a inaugurare i restauri dell’organo storico della Parrocchiale dello Spirito Santo di Sommariva Perno, voluti dal parroco don Gianni Pavese.

Da solo e insieme alla tromba di Marco Bellone, altro importante musicista, eseguirà brani della più celebre tradizione organistica classica: da Bach a Clarke, da Stanley a Lully, a Delalande. I due musicisti accompagneranno anche alcuni brani dalla Corale parrocchiale di Sommariva Perno, diretta da Claudia Rosso, che ha voluto ”regalarsi” il concerto di inaugurazione dopo 24 mesi di silenzio dello strumento. Altri canti eseguiti dalla Corale saranno invece accompagnati da Enrico Bertolusso, Loredana Chiosso e Andrea Porello, che si alternano all’organo per accompagnare il gruppo e l’assemblea nelle grandi solennità e in tutte le funzioni liturgiche domenicali.

L’appuntamento è per la serata di sabato 7 dicembre, alle ore 20.45, quando la voce dell’organo, muta da due anni, tornerà dunque a riempire le navate della bella chiesa barocca di Sommariva Perno, al termine di un’opera di restauro completa, iniziato nel maggio del 2018 dalla ditta Vegezzi-Brondino di Centallo (erede di chi installò l’organo nel 1889) e terminata nei giorni scorsi, come da accordi contrattuali.

Il restauro, molto oneroso, è stato reso possibile grazie ai contributi arrivati dalla Fondazione Crc e della Fondazione Crt su bandi specifici, cui la Parrocchia ha partecipato, oltre grazie all’intervento della Cei sui fondi dell’8x1000.

Anche i fedeli si sono però appassionati al progetto, contribuendo in modo sostanzioso alla iniziativa di raccolta fondi, lanciata in chiesa e denominata simpaticamente “Coloriamolo di note”, perché si trattava (e si tratta) di colorare con colori diversi (a seconda dell’offerta) centinaia di note bianche, fino a coprire una gigantografia dell’organo e quindi… i costi.

Il concerto di sabato sarà il primo di una serie di eventi musicali che si susseguiranno nei prossimi anni per valorizzare al meglio uno strumento che, grazie ai restauri effettuati con grande professionalità dalla ditta Vegezzi-Brondino, ha riacquistato potenza e sonorità dimenticati da decenni.

Il prossimo appuntamento è già fissato per domenica 22 dicembre, quando la Corale Polifonica di Sommariva del Bosco eseguirà il tradizionale Concerto di Natale, organizzato dal Centro culturale San Bernardino in collaborazione con la Parrocchia. La Corale sarà diretta dal suo maestro Adriano Popolani, valente organista, che eseguirà anche parecchi brani per solo organo.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium