/ Attualità

Attualità | 05 dicembre 2019, 17:45

"Garessio Comune virtuoso, ma può migliorare": dati e novità della raccolta differenziata

Durante l'incontro fra l'amministrazione comunale, la popolazione e la società cooperativa "Proteo", sono stati resi noti i costi sostenuti in questi anni e le modifiche che scatteranno a partire da gennaio

"Garessio Comune virtuoso, ma può migliorare": dati e novità della raccolta differenziata

Un incontro per chiarire, informare, pianificare. L'amministrazione comunale di Garessio e la cooperativa sociale "Proteo" hanno illustrato alla popolazione locale la situazione in materia di raccolta differenziata.

Un confronto dal quale sono emersi dati statistici, costi sostenuti e, soprattutto, le novità che entreranno in vigore all'inizio del 2020.

DATI - Il vicesindaco Massimo Sommariva ha riportato i dati della differenziata porta a porta partendo dai costi, che sono scesi da 741mila euro circa del 2015 ai 471mila del 2018 (quest'anno la cifra dovrebbe attestarsi su dati simili). La raccolta costa sacrificio, ma alla fine ripaga con agevolazioni come il composter da tenere in giardino, che consente uno sconto del 10%, e comunque una minore spesa da quattro anni in qua. Starà all'amministrazione tentare di equilibrare le varie situazioni di sperequazione che si possono originare.

ABITI USATI E NOVITÀ - In quest'ultimo periodo sono stati rimossi i raccoglitori per gli abiti usati, che dovranno d'ora in poi essere conferiti direttamente alle isole ecologiche Acem (tre in val Tanaro), ma le novità più grandi riguardano i villeggianti e chi viene (o torna) a Garessio solo nei week-end. Dal 1° gennaio 2020 l'umido sarà raccolto il lunedì (insieme all'indifferenziato) e il venerdì (insieme alla carta), con appositi contenitori (compobox) che saranno riciclati insieme, quindi non bisognerà mettere l'organico nel contenitore marrone tradizionale. Questa varrà solamente per gli utenti che ne faranno richiesta e avranno determinati requisiti. Gli stessi potranno accedere alle isole ecologiche in paese (in particolare quella dal parcheggio del cimitero) solo attraverso una tessera magnetica - forse anche con il tesserino sanitario - per lo smaltimento degli altri rifiuti, così da avere un controllo sugli accessi. 

ALTRE ISOLE ECOLOGICHE E SITUAZIONI CRITICHE - Anche le isole ecologiche per i conferimenti delle frazioni (Piangranone, Mursecco, Mindino, Garessio 2000, Valdinferno, soggette alle presenze stagionali di villeggianti e "garessini di ritorno") saranno riviste e sistemate per evitare accumuli esagerati e si penserà a un incremento dei passaggi. Tutte le situazioni critiche saranno esaminate e saranno ben accette le segnalazioni da parte dei cittadini: le isole nel concentrico, i sacchetti buttati nei cestini in strada, le raccolte delle deiezioni canine, i raccoglitori dei mozziconi di sigarette. Possibili anche incontri di "Proteo" nelle scuole per sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie. 

GARESSIO COMUNE VIRTUOSO - Gabriele Bovetti, a nome di "Proteo", ha sottolineato come Garessio sia "uno dei Comuni più virtuoso della provincia, ma può ancora migliorare nei dati. Attualmente è al 51% di differenziata e al 49% di indifferenziata, con un 25% di organico. Tutto sta nel sapere dividere bene la spazzatura: serve pazienza e un minimo di spazio in casa, anche perché Garessio conta almeno un passaggio a settimana per tutte le tipologie. Una raccomandazione: pulire sempre tutto nel migliore dei modi, per evitare un lavoro doppio. A volte basta una 'sciacquata' anche alle bottiglie di vetro da gettare nella campana, ai piatti di plastica usati o alle scatolette di tonno"

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium