/ Cronaca

Cronaca | 05 dicembre 2019, 10:15

Nel 2019 vigili del fuoco della Granda impegnati in quasi 1000 incidenti stradali

Su un totale di poco meno di 8000 interventi da gennaio alla data di ieri 4 dicembre, giorno della cerimonia per Santa Barbara, la loro protettrice

Foto scattata a Cardè durante l'alluvione del 23 e 24 novembre, che ha impegnato i vigili del fuoco per giorni

Foto scattata a Cardè durante l'alluvione del 23 e 24 novembre, che ha impegnato i vigili del fuoco per giorni

Ieri 4 dicembre i vigili del fuoco della provincia di Cuneo hanno onorato e festeggiato la loro santa protettrice Santa Barbara. La cerimonia si è svolta presso il comando di corso De gasperi alla presenza di tante autorità e si è conclusa con un ricco buffet e un pranzo conviviale. 

L'evento è stato anche occasione di bilanci, per dare i numeri di 11 mesi di attività. Un anno importante per Cuneo, perché dopo 4 anni la sede ha finalmente un comandante, arrivato lo scorso mese di maggio da Savona. Si tratta di Vincenzo Bennardo, che ieri ha fatto gli onori di casa e ringraziato tutti i suoi uomini e le loro famiglie.

Sono stati quasi 8000 gli interventi che hanno visto impegnati i vigili del fuoco, per la precisione 7937, con un impegno totale di 41mila uomini. In provincia di Cuneo, oltre alla sede centrale, ci sono quattro distaccamneti di vigili permanenti - Alba, Mondovì, Saluzzo e Levaldigi - e 17 di volontari, da Barge all'alta Valle Tanaro. 

Un video di riassunto dell'attività dei vigili del fuoco di Cuneo, con in apertura il commosso ricordo e omaggio ai tre colleghi morti nell'esplosione di Quargnento: Antonino, Marco e Matteo.

Di questi quasi 8000 interventi quasi 1000 sono stati quelli su incidenti stradali. Oltre 1000 anche gli incendi boschivi o di sterpaglie, con un totale di 170 ettari coinvolti. C'è stata l'esplosione di un'abitazione a Villanova Mondovì, 25 le ricerche persone disperse o scomparse e circa 400 i soccorsi e salvataggi di persone. Ancora, 57 gli interventi per frane e relative messe in sicurezza, tra cui la più recente a Venasca, con l'evacuazione di una quarantina di persone. Ben 8 gli incidenti sul lavoro che hanno richiesto il loro intervento, di cui diversi purtroppo mortali.

Per 12 interventi è stato impiegato l’automezzo N.B.C.R (Nucleare, Battereologico, Chimico, Radiologico) per ricerche di sostanze tossiche ed inquinanti. Mentre l’U.C.L (Unità di Comando Locale) è stato impegnato 20 volte come posto di Comando Avanzato.

Bsimonelli

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium