/ Attualità

Attualità | 06 dicembre 2019, 12:04

Mondovì approva la Nuova Carta dei Diritti della Bambina

Segnalata all'amministrazione comunale dalla sezione monregalese della FIDAPA BPW, contiene 9 articoli e il suo testo ha ricevuto il benestare da parte dei presidenti europei in occasione del meeting del 30 settembre 2016

Immagine generica

Immagine generica

Mondovì, in occasione dell'ultimo Consiglio comunale, ha approvato la Nuova Carta dei Diritti della Bambina. Un'iniziativa importante, segnalata agli amministratori dalla sezione monregalese della FIDAPA BPW e che ha incontrato il favore unanime dei consiglieri.

Il documento, che ha ricevuto il benestare da parte dei presidenti europei in occasione del meeting del 30 settembre 2016, consta di 9 articoli, contenenti "principi assolutamente condivisibili", come sottolineato dal presidente del consesso, Elio Tomatis.

"I precetti inseriti in questa Carta parrebbero quasi scontati - ha commentato il consigliere di minoranza Paolo Magnino (PD) -; in realtà, la cronaca di tutti i giorni ci ricorda quanto sia fondamentale ribadirli e veicolarli".

Oltre al ringraziamento effettuato dall'assessore Luca Robaldo nei confronti della Consulta femminile di Mondovì "per aver fatto da tramite fra la Giunta comunale e la FIDAPA", si è registrato un prezioso e documentato intervento da parte del vicesindaco, Luca Olivieri"Il 20 novembre 1989 - ha asserito - l'assemblea generale delle Nazioni Unite approvò la convenzione internazionale per i diritti dell'infanzia, rivolta a tutti i bambini del mondo. Dopo la conferenza del 1995 a Pechino, emersero tuttavia gravi disagi in materia di rispetto dei diritti delle bambine. Negli anni sono stati fatti progressi, sono state compiute numerose conquiste. Si è addirittura arrivati a celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, che ricorre ogni 25 novembre. La strada da percorrere è però ancora lunga. La violenza di genere è uno dei meccanismi sociali in grado di subordinare donne e bambine agli uomini: un fenomeno da combattere ed estirpare".

Riportiamo, di seguito, i nove articoli che compongono la Nuova Carta dei Diritti della Bambina, che si apre con la frase "Ogni bambina ha il diritto":

ARTICOLO 1 "Di essere protetta e trattata con giustizia dalla famiglia, dalla scuola, dai datori di lavoro anche in relazione alle esigenze genitoriali, dai servizi sociali, sanitari e dalla comunità".

ARTICOLO 2 - "Di essere tutelata da ogni forma di violenza fisica o psicologica, sfruttamento, abusi sessuali e dalla imposizione di pratiche culturali che ne compromettano l'equilibrio psico-fisico"

ARTICOLO 3 "Di beneficiare di una giusta condivisione di tutte le risorse sociali e di poter accedere in presenza di disabilità a forme di sostegno specificamente previste"

ARTICOLO 4 "Di essere trattata con i pieni diritti della persona dalla legge e dagli organismi sociali"

ARTICOLO 5 "Di ricevere una idonea istruzione in materia di economia e di politica che le consenta di crescere come cittadina consapevole"

ARTICOLO 6 - "Di ricevere informazioni ed educazione su tutti gli aspetti della salute, inclusi quelli sessuali e riproduttivi, con particolare riguardo alla medicina di genere per le esigenze proprie dell’infanzia e dell’adolescenza femminile"

ARTICOLO 7 "Di beneficiare nella pubertà del sostegno positivo da parte della famiglia, della scuola e dei servizi socio-sanitari per poter affrontare i cambiamenti fisici ed emotivi tipici di questo periodo"

ARTICOLO 8 - "Di apparire nelle statistiche ufficiali in dati disaggregati per genere ed età"

ARTICOLO 9 "Di non essere bersaglio, né tantomeno strumento, di pubblicità per l'apologia di tabacco, alcol, sostanze nocive in genere e di ogni altra campagna di immagine lesiva della sua dignità".  

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium