/ Attualità

Attualità | 09 dicembre 2019, 16:23

La promessa del ministro De Micheli: "Undici milioni di euro per le strade della Granda" (FOTO E VIDEO)

La grave situazione delle nostre provinciali e gli ultimi sviluppi della telenovela Asti-Cuneo al centro del confronto con gli amministratori locali che la titolare delle Infrastrutture e Trasporti ha appena tenuto presso il municipio di Alba

Il ministro Paola De Micheli al termine dell'incontro tenuto nel pomeriggio nel municipio albese. Al suo fianco il governatore Cirio, il sindaco Carlo Bo e la deputata Chiara Gribaudo

Il ministro Paola De Micheli al termine dell'incontro tenuto nel pomeriggio nel municipio albese. Al suo fianco il governatore Cirio, il sindaco Carlo Bo e la deputata Chiara Gribaudo

Undici milioni e 700mila euro in arrivo alla Provincia per le manutenzioni ordinarie e straordinarie sulla strade della Granda.
E’ quanto annunciato poco fa in municipio ad Alba dal ministro alle Infrastrutture e Trasporti, la piacentina Paola De Micheli, nel primo pomeriggio arrivata nella capitale delle Langhe insieme al governatore piemontese Alberto Cirio dopo gli incontri che nella tarda mattinata di oggi, lunedì 9 dicembre, l’avevano già vista protagonista tra Alessandria e Asti.

Prima di aggiornare l’uditorio sulle ultime evoluzioni della complessa vicenda Asti-Cuneo, l’esponente del Governo ha risposto alle sollecitazioni arrivategli dal presidente provinciale Federico Borgna comunicando che il Governo ha previsto per le manutenzioni stradali un fondo da complessivi 600 milioni di euro, 55 dei quali saranno assegnati al Piemonte e 11,7 destinati in particolare alla Provincia di Cuneo.

"Non sono tutti quelli di cui ci sarebbe bisogno, ma mi pare un primo importante passo in avanti", ha spiegato De Micheli, che sempre in tema ha anche comunicato che "entro la fine dell’anno contiamo di portare in porto il decreto che prevede il trasferimento di un’importante quota dell’attuale rete di provinciali in capo all’Anas, così da sollevare le Province di una parte degli attuali oneri di manutenzione".

Venendo al completamento autostradale, il ministro ha informato i numerosi sindaci e amministratori presenti in sala – con in testa l’albese Carlo Bo, che ha fatto gli onori di casa, e il braidese Gianni Fogliato – che in questi minuti a Roma è in corso di presentazione al Cipe una "informativa" sulla soluzione che l’attuale Governo avrebbe individuato per arrivare al completamento della tratta.

"Una soluzione che raccoglie quanto di buono già approvato con i piani cui hanno lavorato i miei predecessori (Delrio e Toninelli, ndr)", si è limitata ad aggiungere il ministro, che però, propria in ragione dell'esame in corso, ha preferito non anticipare ulteriori dettagli. "Non sono qui per fare promesse – ha ripetuto più volte di fronte ai sindaci –, ma posso assicurare che si tratta di un passaggio molto importante e un grande passo in avanti in questa vicenda".


"Riponiamo ovviamente fiducia in quanto il ministro ci è venuto a dire, anche se a questo punto di questa vicenda dobbiamo usare la proverbiale cautela propria di noi 'langhetti', vediamo cosa esce insomma ", ha sorriso a fine incontro il governatore Cirio, interloquendo con la deputata democratica Chiara Gribaudo, che ha seguito da vicino gli ultimi passaggi romani della vicenda, mentre sui fondi in arrivo alla Provincia il presidente Federico Borgna ha parlato di "indubbia buona notizia, rispetto alla drammatica situazione nella quale ci troviamo, anche se per dare un commento definitivo sarà bene attendere di vedere gli atti".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium