/ Cronaca

Cronaca | 10 dicembre 2019, 17:45

Cuneo, ruba in casa della compagna di scuola della fidanzata: ventenne condannato

La studentessa vittima del furto: “Avevo detto in classe che quel fine settimana andavamo a sciare”

Foto generica

Foto generica

Aveva detto in classe che quel sabato non sarebbe stata a scuola perché andava a sciare. E proprio in quel week-end l’abitazione, nella quale la studentessa di una scuola superiore di Cuneo vive con la famiglia, era stata svaligiata: mancavano un pc portatile, un tablet, la consolle della Playstation, dei gioielli e un salvadanaio.

A compiere il furto D.M., ventenne cuneese, che oggi è stato condannato ad un anno di reclusione, convertito in due anni di libertà controllata.

Il ragazzo era il fidanzato di una nuova compagna di scuola della ragazza vittima del furto: “Nei giorni in cui lei iniziò a frequentare la nostra classe ci fu rubato un cellulare”, ha raccontato la studentessa. “Il carabiniere di quartiere ‘Filippo’ (Parlagreco) invitò chi fosse stato a prendere il telefono a consegnarlo entro il sabato. Io dissi che non ci sarei stata perché andavo a sciare con la mia famiglia. Ma quando tornammo a casa trovammo tutto a soqquadro”. La studentessa si era accorta di non avere più le chiavi dell’abitazione, e infatti i carabinieri non avevano trovato segni di effrazione.

Per il pm D.M. aveva ricevuto le chiavi di casa dalla fidanzata e sarebbe così entrato con facilità per compiere il furto che avrebbe compiuto insieme ad altri, rimasti ignoti. Il ragazzo aveva fatto ritrovare parte della refurtiva, che era stata restituita alla famiglia.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium