/ Sanità

Sanità | 11 dicembre 2019, 18:54

Migliorano cure e prestazioni sanitarie: inaugurati all'ospedale Santa Croce di Cuneo il Nuovo Acceleratore Lineare e il Laboratorio di Alta Automazione (VIDEO)

La conferenza stampa è stata anche l'occasione per presentare la Fondazione Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo ONLUS. L'assessore regionale Icardi: "Il rifacimento dell'ospedale di Cuneo è una nostra priorità"

Migliorano cure e prestazioni sanitarie: inaugurati all'ospedale Santa Croce di Cuneo il Nuovo Acceleratore Lineare e il Laboratorio di Alta Automazione (VIDEO)

L'ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo continua a puntare sull'alta tecnologia. Sono stati inaugurati questa sera, mercoledi 11 novembre, il Nuovo Acceleratore Lineare e il Laboratorio di Alta Automazione.

L'Acceleratore Lineare ha azione terapeutica per trattare i pazienti con radioterapia con molta precisione, risparmiando gli organi sani. Riduce il numero delle sedute con risparmio dei tessuti sani. Si tratta di una apparecchiatura ibrida; come ha spiegato Elvio Russi, direttore Struttura di Radioterapia: "Sono stati acquistati due acceleratori, di cui uno già in funzione a Cuneo e l'altro che verra installato a Verduno".

Corrado Bedogni, direttore Generale A.O . S. Croce e Carle: "Su iniziativa della Fondazione Crc, insieme alla Regione e in accordo con entrambe le Asl, sono stati acquistati due nuovi acceleratori lineari per una cifra complessiva di 4 milioni di euro. Questo progetto ha valenza provinciale perché passiamo da 1.300 a 1.800 pazienti curati con la radioterapia. In questo modo tra Cuneo e Verduno avremo due apparecchiature. Sono intercambiabili, usabili alternativamente sullo stesso paziente. Io ne sono orgoglioso. È un valore aggiunto per tutti i cittadini. Un grande lavoro di squadra".

Soddisfatto il presidente della Fondazione Crc Giandomenico Genta: "Da questo palco la fondazione ha dato prova di grande vicinanza all'ospedale. L'Acceleratore è solo l'ultimo tassello. Abbiamo seguito questa iniziativa passo passo".

Da oggi è poi disponibile il Laboratorio di Alta Automazione dove sono installate e operative due linee analitiche su area siero e area sangue. "Un progetto della Regione del 2015, implementato all'80% grazie al dott. Micca di Alba - conclude Bedogni - . Ha l'obiettivo di passare da 3,5 milioni a 5 milioni all'anno di esami".

Gianmatteo Micca - Direttore Laboratorio Analisi Interaziendale: "Altissime le performance sia nell'area siero che nell'area sangue con impegno di 12 tecnici H24. A regime implementeremo con due nuovi tecnici. A regime questo sistema gestirà e produrrà oltre 5milioni di esami all'anno".

Maurizio Grosso - Direttore Dipartimento Interaziendale dei Servizi: "Il laboratorio ad alta automazione è importante e riguarda tutto il territorio".

La conferenza stampa è stata anche l'occasione per presentare la Fondazione Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo ONLUS.

Il presidente Fulvio Moirano: "Questo ospedale ha 60 anni, sembra un condominio nella parte vecchia. Ha alti requisiti ma lo stabile è vecchio. Ci sono idee plurime sul nuovo ospedale, occorre coagularle. A breve organizzeremo tante iniziative".

Presente anche il sindaco di Cuneo e presidente della Provincia Federico Borgna: "Questa sala gremita testimonia il profondo legame del territorio Cuneese al nostro ospedale che tra l'altro celebra 700 anni di storia. Quello del nuovo ospedale è un progetto ambizioso da ragionare in modo corale in modo che possa andare avanti presto e bene".

L'intervento conclusivo è toccato a Luigi Icardi, assessore alla Sanità della Regione Piemonte: "Grazie alla Fondazione del nuovo ospedale, segno di solidarietà e vicinanza del territorio. Grazie del vostro lavoro e del lavoro che gli operatori fanno ogni giorno. Il nostro impegno come Regione è di continuare a contribuire per l'ammodernamento della tecnologia per avere una sanità 3.0. Dobbiamo migliorare anche sul piano dell'edilizia perché abbiamo un patrimonio davvero obsoleto. Il rifacimento dell'ospedale di Cuneo è una nostra priorità".

cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium